MotoGP, Valentino Rossi: “Lorenzo forte, non posso vincere”

Valentino Rossi
Valentino Rossi (© Getty Images)

Un Valentino Rossi deludente quello del turno di Qualifiche del Gran Premio di Francia a Le Mans. Per lui solo settima posizione e dunque domani dovrà scattare dalla terza fila in una gara che il compagno di squadra Jorge Lorenzo rischia di vincere da dominatore, visto che sembra averne più di tutti.

Persino le due Yamaha del team clienti Tech3 sono andate meglio con Pol Espargaro e Bradley Smith. Ciò fa capire quanto nera sia stata la giornata del nove volte campione del mondo, il quale si è giustificato dicendo di aver trovato un po’ troppo traffico nel corso della sessione.

Ha ancora tempo nel warm-up di domattina per provare a ridurre il gap da chi gli è davanti e tentare almeno di salire sul podio, obiettivo per il quale lotteranno anche Marc Marquez e i due piloti ufficiali Ducati.

Valentino Rossi mira al podio

Queste sono state le parole del Dottore al termine della giornata, in seguito al deludente risultato delle Qualifiche: “La posizione in griglia non riflette il mio potenziale, che avrebbe dovuto essere tra il terzo e il quinto posto – riporta AS -. Il positivo è che abbiamo migliorato molto da ieri. Sono competitivo, ma so anche che non è sufficiente per vincere. Devo ancora migliorare in due o tre punti che mi potrebbero dare quei due decimi che ho bisogno”.

Al momento Valentino Rossi sa di non poter competere per trionfare a Le Mans, però è fiducioso di poter ancora limare qualche decimo del suo passo per puntare a un obiettivo ben chiaro: “Quando si inizia dalla terza fila tutto diventa più complicato, ma il mio passo non è male. Direi che il podio sarebbe un buon obiettivo”.

Il pilota di Tavullia commenta poi lo straordinario stato di forma di Jorge Lorenzo, il più veloce di tutti sul giro secco e sul ritmo in Francia: “E’ molto forte qui e vuole attuare la sua strategia. Spero che qualcuno possa disturbarlo nei primi giri, perché avrò i miei problemi dietro”.

Si passa poi a parlare della possibilità che Maverick Vinales approdi in Yamaha per sostituire Jorge Lorenzo, diretto in Ducati, come suo compagno di squadra dal 2017: “La permanenza di Viñales in Suzuki avrebbe un sapore romantico, potrebbe ripetere quello che ha fatto Schwantz, ma sarà più difficile – spiega Valentino Rossi -. In Yamaha troverebbe una moto più competitiva, quindi un altro tipo di sfida. La decisione dipende solo da lui”.

L’alternativa al rider della Suzuki è Daniel Pedrosa, più esperto e probabilmente tentato a lasciare la Honda dopo aver corso sempre sulla stessa moto da quando è in MotoGP: “Se vieni Pedrosa non vedo alcun problema nel formare una squadra di vecchi. Credo che la maggior parte dei piloti della MotoGP si taglierebbero il dito mignolo per venire al team ufficiale Yamaha”.