Yamaha, Valentino Rossi: “Con Vinales sarà dura”

Valentino Rossi
Valentino Rossi (©Getty Images)

Valentino Rossi freme per tornare in pista dopo la vittoria di Jerez e a Le Mans cercherà di ripetere l’impresa dopo aver scoperto di poter essere veloce sin dal venerdì di prove libere. Partire dalla prima fila sembra una condizione imprescindibile per la vittoria, visto che la concorrenza dei big spagnoli è spietata.

Il pesarese non vince in suolo francese dal 2008. ma la vittoria in Spagna gli ha dato fiducia e motivazione in più per lottare per il decimo titolo in carriera. Nonostante l’attenzione sia focalizzata sul week-end di gara le orecchie sono sempre puntate sul mercato piloti dopo l’annuncio di Jorge Lorenzo di voler puntare sulla Ducati dal 2017. I vertici Yamaha sono al lavoro per portare ai box Maverick Vinales o Dani Pedrosa, sebbene non si escludano colpi a sorpresa, ma di certo non sarà il Dottore ad influenzare la scelta della Casa di Iwata.

Diventa però impossibile non parlarne visto che nell’arco di poche settimane si dovranno scoprire le carte in tavola: ” Con Viñales sarà molto difficile, è molto giovane e ha un grande talento. Presto diventerà uno dei più grandi piloti della MotoGP”, ha detto Valentino Rossi al quotidiano AS. Da parte sua non ha preferenza tra i candidati a suo compagno di squadra: “Per me non era un problema avere Lorenzo ai box, così come non vi è alcuna differenza tra l’avere Viñales, Iannone o Pedrosa”.

Probabilmente il main sponsor Movistar fa protendere la scelta su un atleta spagnolo, quindi sembrerebbe da escludere la pista che porta ad Andrea Iannone. Per adesso Rossi può godersi il primato di aver rinnovato il contratto prima di tutti gli altri, alla vigilia del GP del Qatar. La goccia che probabilmente ha fatto traboccare il vaso spingendo Jorge Lorenzo alla Ducati: “Nella mia mente ho sempre saputo di voler continuare, ma di solito si inizia a parlare di rinnovo dopo cinque o sei gare, quest’anno anche io la pensavo così dato che era una stagione con le novità gomme ed elettronica, ma la Yamaha è venuto da me e mi ha detto ‘Perché aspettare sappiamo di voler continuare insieme, la Yamaha è d’accordo e il contratto pronto… così ho detto OK! non c’era motivo di aspettare”.