MotoGP, Valentino Rossi: “Non voglio smettere, ma devo!”

Valentino Rossi
Valentino Rossi (©Getty Images)

Dopo la straordinaria vittoria di Jerez de la Frontera, Valentino Rossi è carico anche per il prossimo appuntamento in programma questo weekend a Le Mans. A dimostrazione che quanti avevano dato per imminente un suo ritiro dalle scene del motociclismo sportivo internazionale si sbagliavano di grosso. Il Dottore ha infatti già firmato un contratto biennale con Yamaha ed è più determinato che mai a coronare il sogno del decimo titolo iridato.

Lui stesso, ovviamente, riconosce che non sarà un obiettivo facile. Significative a questo proposito sono le parole con cui ha risposto ai colleghi di Motorcycle News: “Nella mia mente – ha detto Valentino – , ho sempre saputo che avrei continuato, ma di solito si inizia a parlare del mercato e del futuro dopo cinque o sei gare, e quest’anno non ci avevo ancora pensato visto che si tratta di una nuova stagione con gomme ed elettronica nuove. La Yamaha, però, è venuta da me e mi ha detto: ‘Perché aspettare? Sappiamo che vuoi continuare, Yamaha è d’accordo e il contratto è pronto’. C’erano forse due o tre dettagli da sistemare e dopo mezz’ora mi ha detto che voleva che firmassi il prima possibile. Così ho detto Ok! A quel punto non c’era motivo di aspettare”.

Valentino Rossi ha oggi 37 anni, compiuti a febbraio, e in futuro l’età farà senz’altro una grande differenza: “Due anni sono tanti, soprattutto alla mia età – ha detto – , ma oggi si fanno solo contratti biennali. So che sarà un grande sforzo continuare a essere veloce fino al 2018, non sarà facile. Il mio obiettivo è quello di lottare per la vittoria ed essere competitivo fino all’ultima gara della mia carriera. So che non vorrò smettere, ma devo! So che non sarà facile…”.

 

Raffreddamento tra Valentino e Vinales?

Intanto, le ultime “voci” di scuderia riferiscono di un allontanamento tra lo stesso Valentino Rossi e Maverick Viñales. Secondo il Corriere dello Sport, la Yamaha reputa troppo alta la richiesta di Maverick (5 milioni di euro a stagione) per subentrare nel team nipponico al posto di Jorge Lorenzo a partire dalla prossima stagione.

Parallelamente acquista credito l’ipotesi di uno “sbarco” in Casa Yamaha di Dani Pedrosa, al cui riguardo il fuoriclasse di Tavullia avrebbe già manifestato il proprio gradimento, essendo lo spagnolo della Honda unanimemente considerato il centauro più mansueto e corretto in circolazione. Resta da vedere se la Casa alata se lo lascerà scappare. Probabilmente ne sapremo di più già a partire da domani, quando a Le Mans i piloti più importanti presenteranno la tappa francese del Mondiale nella tradizionale conferenza stampa congiunta.