MotoGP, Danilo Petrucci: “Voglio restare in Ducati”

Danilo Petrucci
Danilo Petrucci (©Getty Images)

Il Mondiale 2016 è iniziato nel peggiore dei modi per Danilo Petrucci, costretto a saltare le prime quattro gare stagionali a causa di un doppio infortunio alla mano destra, prima nei test di Phillip Island, poi nelle prove libere del Qatar, costringendolo a due interventi chirurgici.

A Le Mans il pilota umbro del team Pramac Racing ci sarà e potrà tornare a fare coppia con Scott Redding che finora ha mantenuto alti i colori della squadra: “Ieri ho fatto l’ultima visita con il professor Catani e ho avuto l’ok. La mano non è ancora completamente stabile, si vedono le fratture, però placche e viti hanno stabilizzato le ossa. Il dolore è scomparso, la mano la uso bene, in palestra riesco a fare quasi tutto quello che facevo prima”, ha raccontato Petrux a ‘La Gazzetta dello Sport’.

Sono state settimane prive di allenamenti per non rischiare altri infortuni, quindi sarebbe egoistico aspettarsi subito un’ottima prestazione, ma ha forza e rabbia da vendere e in Francia non scenderà in pista per passeggiare: “Proverò a stare il più sereno possibile, non voglio problemi alla mano. In Qatar ho forzato, ma a me piace andar forte e non stare dietro. Ci sono stato troppe volte in passato, ora mi dà gusto essere nei 10”.

Sarà il GP del Mugello l’evento più importante dell’anno, non solo per Danilo Petrucci, ma per tutti i piloti italiani che vogliono ben figurare davanti al pubblico di casa, sempre più caloroso tanto da dover allargare le tribune per soddisfare le richieste dei tifosi: “Lì spero di essere almeno al 90%, amo quella pista, voglio fare una bella gara”. Ma oltre al discorso campionato c’è da pensare anche al mercato piloti, anche se il pilota di Terni sembra destinato a non cambiare casacca: “Ho un contratto con Ducati, credo che mi vogliano ancora, lo spero. Quello che mi interessa è solo fare delle belle gare a partire dal Mugello, senza pormi obiettivi – ha concluso -. Ma se si mettono tutte dritte…”.