Lettera Mercedes: “Nessun complotto contro Hamilton per favorire Rosberg”

Nico Rosberg Lewis Hamilton
Nico Rosberg e Lewis Hamilton (©Getty Images)

In casa Mercedes l’inizio di campionato per Lewis Hamilton è stato molto sfortunato rispetto a quello di Nico Rosberg. Se il tedesco ha vinto tutte le quattro gare sino a qui disputate, invece il campione del mondo in carica è stato vittima di qualche problema di troppo alla sua monoposto. Problemi che non gli hanno consentito di ottenere i risultati che poteva potenzialmente conquistare.

Il fatto che al figlio d’arte vada tutto liscio, mentre al compagno di squadra no, ha fatto sorgere in alcuni il dubbio che ci sia una sorta di sabotaggio interno al team con l’obiettivo di favorire il primo a discapito dell’altro. Una teoria del complotto che Toto Wolff, direttore esecutivo della scuderia di Stoccarda, ha già negato dopo lo scorso Gran Premio di Russia corso a Sochi. E non poteva essere diversamente, visto che in pista ci si gioca molto e non c’è spazio per certe cospirazioni.

Complotto Rosberg-Hamilton? Mercedes risponde

Per rispondere ai complottisti, che ritengono che Nico Rosberg venga favorito rispetto a Lewis Hamilton, la Mercedes ha voluto scrivere e pubblicare sul proprio sito ufficiale una lettera rivolta ai propri tifosi. Tra le varie cose si legge: “Abbiamo visto un sacco di frustrazione dopo i problemi meccanici avuti a Sochi. Condividiamo quelle stesse emozioni – ma per noi, che va ben al di là di frustrazione. Per chi guarda a casa, un weekend di gara inizia in una mattina di Giovedi e termina nella notte di Domenica. Un risultato negativo potrebbe far male per un paio d’ore dopo, – ma poi la vita va avanti. Per più di mille persone a Brackley e Brixworth, tuttavia, questa è la nostra vita. Questi uomini e donne versano il loro sangue, sudore e lacrime in corsa, giorno dopo giorno – spesso lavorando tutto il giorno e spendendo settimane di tempo lontano dai propri cari. Lo fanno attraverso la passione per il loro lavoro, la fedeltà ai loro compagni di squadra e il desiderio di essere i migliori”.

La scuderia di Stoccarda ci tiene dunque a elogiare il lavoro e la serietà dei propri dipendenti: “Abbiamo i migliori ragazzi e ragazze in tutto il mondo, fanno un ottimo lavoro, settimana dopo settimana, e lo fanno per la squadra, non per un pilota o per l’altro. Non c’è una squadra ‘A’ o una squadra ‘B'”

La Mercedes ha concluso così la lettera facendo riferimento alle prossime gare del campionato di Formula1 2016: “Ci saranno alti e bassi, buone giornate e giorni cattivi, successi e sconfitte. Ma, in tutto questo, noi rimanere uniti come una squadra – proprio come abbiamo sempre fatto. Per coloro che stanno con noi, vi ringraziamo. E per il resto – i nemici, gli scettici, i cospiratori … se siamo in grado di convincere anche solo la metà di voi di ciò che realmente rappresentiamo, noi la consideriamo che una battaglia vinta bene”.