Non solo Yamaha: proposta Kawasaki per Marco Melandri

Marco Melandri
Marco Melandri (©getty images)

Marco Melandri in questo 2016 è rimasto senza moto, ma per il 2017 è pronto a tornare a correre in Superbike. Un pilota come lui non può rimanere a piedi a lungo, nella sua storia nel campionato delle derivate di serie ha dimostrato di essere competitivo e ha anche sfiorato la vittoria del titolo. Per due volte è arrivato secondo nella classifica mondiale.

Rimane da capire quale sarà il team a riaccoglierlo in SBK. L’opzione più quotata in questo momento è la Yamaha, dove lo sponsor italiano Pata lo voleva già per il 2015 e proverà ad ingaggiarlo per l’anno prossimo. Il ravennate andrebbe a fare coppia con Sylvain Guintoli, dato che Alex Lowes sembra diretto in MotoGP per salire su una Yamaha del team Tech3 di Herve Pocharal al posto di Bradley Smith.

Marco Melandri ha già corso con la casa di Iwata, sia al suo esordio nella classe regina del Motomondiale che nella sua prima stagione in Superbike, proprio quando arrivò secondo in campionato. Il binomio si potrebbe ricomporre e risultare vincente dato che la moto è destinata a progredire nei prossimi mesi.

Ma c’è un’altra ipotesi concreta lanciata da Sportmediaset, ovvero quella di un trasferimento in Kawasaki. Probabilmente non nel team ufficiale in cui attualmente corrono Jonathan Rea e Tom Sykes, i quali dovrebbero rinnovare i rispetti contratti, anche se il secondo non sembra del tutto convinto. Ma ad ogni modo per Marco Melandri c’è un’altra strada per salire sulla verde che sta dominando gli ultimi anni. Si tratta di Manuel Puccetti, che al 99% domani entrerà in SBK con una struttura che consente di offrire al ravennate un trattamento da ufficiale. Kawasaki Europa ha confermato che la moto c’è e pertanto si tratta solamente di comprendere quale proposta preferirà accettare il pilota. E occhio pure alla Ducati, se Davide Giugliano non dovesse rimanere…