MotoGP, Marc Marquez: “Soffriamo con le alte temperature”

Marc Marquez
Marc Marquez (©Getty Images)

Dopo due podi e due vittorie Marc Marquez approda a Le Mans da leader in classifica con la sua Honda, a quota 82 punti, distaccato da Jorge Lorenzo a -17. In terra francese assisteremo ad un’altra grande sfida tra i due big spagnoli e Valentino Rossi che qui sembrano avere il ‘vento’ a favore.

Il fenomeno di Cervera non ha mai particolarmente brillato sul circuito di Le Mans: in nove stagioni di Motomondiale qui ha trionfato solo due volte: nel 2011 con la Suter in Moto2 e nel 2014 con la Honda in MotoGP, durante la stagione delle dieci vittorie consecutive. Bei ricordi che difficilmente si ripeteranno vista la competitività delle Yamaha, con le Ducati pronte a sferrare la zampata vincente.

“Mi piace il circuito di Le Mans, anche se dovremo essere pronti perché ha molte variabili – ha detto Marc Marquez -. Tanto per cominciare, il clima: non sai mai che tempo farà lì. L’anno scorso la temperatura è salita molto di domenica e soffriamo con la trazione anteriore durante la corsa. A volte ha anche piovuto. Inoltre, il circuito è “Stop and go”, con molte curve lente dove la frenata e l’accelerazione sono fondamentali. Vediamo se ci troviamo in una situazione simile a Austin, dove l’accelerazione nelle curve lente era molto meglio del previsto, o se dovremo affrontare una sfida più grande”.

Nella scorsa stagione il pilota spagnolo della Honda ha chiuso al 4° posto, ma adesso la RC213V dovrebbe risultare più competitiva e aver quasi azzerato il gap dalle Yamaha ufficiali: “Durante l’ultimo test di Jerez abbiamo lavorato sull’elettronica, sulla configurazione del telaio per ottenere più grip e anche nell’equilibrio della moto, per evitare che si alzi la ruota anteriore nelle accelerazioni. Credo che abbiamo raccolto informazioni utili per le Mans. Vedendo quanto abbiamo progredito dall’inverno e come abbiamo reagito ai problemi – ha concluso Marquez – mi sento fiducioso e non vedo l’ora che arrivi il prossimo fine settimana di gara”.

Pedrosa alla ricerca del feeling con la Honda

Nelle prime quattro gare Dani Pedrosa ha ottenuto un solo podio e manca ancora quel feeling perfetto con la sua moto che ha caratterizzato lo scorso finale di stagione: “Mi diverto molto sul circuito Bugatti di Le Mans, abbiamo ottenuto buoni risultati neglì negli anni precedenti, ma in questa stagione bisogna tener conto di alcuni fattori. Nell’ultima gara non potevo aprire del tutto l’acceleratore sul rettilineo perché il pneumatico posteriore si muoveva troppo”.

Pedrosa spera che gli aggiornamenti testati a Jerez possano rivelarsi utili nel prossimo GP di Francia: “Non sono abituato a scendere in pista con la morbida, quindi dovremo lavorare su questo aspetto per poter andare avanti. Nel test di Jerez  abbiamo cercato di migliorare le mie sensazioni sulla moto, facendo varie prove con la sospensione e cercare soluzioni per aggiungere più trazione all’uscita delle curve. Vedremo se potremo applicare le informazioni raccolte a Le Mans. Spero anche che il clima sia favorevole”.