Formula1, Fernando Alonso: “McLaren punta alla Red Bull”

Fernando Alonso
Fernando Alonso (©Getty Images)

Fernando Alonso cerca di intravedere spiragli di ripresa dopo il sesto posto nel GP di Sochi, riuscendo a centrare la top 10 per la seconda volta dall’inizio della sua avventura con McLaren. Adesso il pilota spagnolo punta in alto e guarda alla Red Bull come punto di riferimento e traguardo di una stagione finora alquanto deludente.

Il doppio incidente alla partenza e il ritiro di Verstappen hanno agevolato la gara di Fernando Alonso, ma la scuderia britannica sta riuscendo a risollevarsi e ad apportare utili aggiornamenti alla monoposto, in netto contrasto con la stagione precedente, quando ha collezionato ben otto ritiri fra incidenti e problemi alla vettura. Il Mondiale 2016 ha invece avuto un inizio da brivido con l’incidente spaventoso di Melbourne da cui è uscito indenne e miracolato, costringendolo a saltare il GP del Bahrain, per poi chiudere le successive due gare al 12° e 6° posto.

McLaren, obiettivo Red Bull!

 

“E’ stato importante per la squadra portare entrambe le vetture in zona punti. La vettura sta andando avanti bene, in modo che possiamo sperare in più punti al più presto – ha dichiarato Fernando Alonso all’indomani del GP di Russia -. Ma anche altre squadre stanno migliorando, come Red Bull, che ha combattuto per il podio in Cina, su piste in cui la potenza del motore non conta tanto possono anche combattere con la Ferrari, quindi devono essere il nostro riferimento e dobbiamo puntare ad un ritmo simile”.

Il punto debole della McLaren restano le qualifiche, piazzarsi davanti agevola non poco il compito di qualsiasi pilota, onde evitare di incorrere in incidenti che possano compromettere la gara e rispedire ai box dopo pochi istanti e a secco di punti. “Abbiamo bisogno di potenza extra per le qualifiche, in quanto gli altri sono in grado di partire più avanti sulla griglia di partenza ed evitare complicazioni nelle prime curve. Ci stiamo lavorando, passo dopo passo, ma siamo soddisfatti dei progressi – ha aggiunto l’ex ferrarista -. Siamo sempre più competitivi di gara in gara, quindi le aspettative per Barcellona e Monaco sono di conquistare altri punti. Speriamo di poter iniziare a finire tra i primi cinque”.