Andrea Iannone: “Io e Lorenzo saremmo una squadra perfetta”

Andrea Iannone
Andrea Iannone (©Getty Images)

Andrea Iannone si sta giocando con il team mate Andrea Dovizioso la conferma quale pilota ufficiale del la squadra Ducati MotoGP, squadra che dal 2017 accoglierà la new entry Jorge Lorenzo, attualmente impegnato con la Yamaha.  L’esito di questa sfida tutta interna alla Casa bolognese è ancora incerto, ma il pilota di Vasto si dice intanto sicuro che lui e il maiorchino formerebbero un “duo” perfetto.

In un’intervista ai colleghi di Motorsport, l’abruzzese chiarisce che “io non devo convincere nessuno”. “Penso che la Ducati sia consapevole del mio potenziale e della mia velocità – spiega Iannone – . Hanno tutti i dati che gli servono per poter decidere. E’ chiaro che poi sarà importante disputare un buon Mondiale, ma questo è un desiderio più mio che della squadra”.

“In MotoGP – ricorda – sono cresciuto in sella a una Ducati, quindi la conosco bene. Penso che mi sono adattato bene a questa moto e viceversa. Non ho mai provato una MotoGP diversa, quindi non ho idea di come siano le altre… In ogni caso, penso che la Ducati sia la moto perfetta per me”.

 

La verità di Iannone

Andrea Iannone chiarisce poi che la “guerra interna” al team di Borgo Panigale di cui molti parlano è solo una fantasia. “Questo non è lo scenario che vuole creare la Ducati – assicura – . Potrebbe sembrare così, ma io sono sicuro che la Casa sappia esattamente cosa vuole per il futuro. Io non lo so ancora, ma sono sicuro che loro invece lo sanno. Poi è evidente però che quello che succede ogni domenica è importante”.

Di sicuro Lorenzo il prossimo anno troverà “una squadra molto buona e una factory molto importante. Non sono stato altrove, ma qui funziona tutto molto bene”.

Soprattutto ora che la nuova “macchina” messa a punto dagli ingegneri Ducati è (quasi) perfetta. “Dopo alcuni anni di crescita e di sviluppo della moto, arriva un punto in cui è pronta per vincere – spiega ancora Iannone – . Ed è in questo momento che hanno deciso di andare a prendere un pilota che ha già dimostrato di essere un vincente”.

“La teoria – continua – dice che Jorge può vincere un Mondiale. E la teoria dice anche che io sono un pilota molto veloce, promettente, ma che deve ancora vincere. Per questo credo che una squadra con me e Lorenzo sarebbe perfetta: un pilota giovane e molto veloce con uno che è in grado di vincere immediatamente. Comunque lo vedremo solo dopo che Jorge avrà provato la nostra moto”. E, da sportivo di razza qual è, conclude: “La Ducati ha fatto bene a firmare Lorenzo”.