Valentino Rossi: “Sono cresciuto con le gomme Michelin”

Valentino Rossi
Valentino Rossi (©Getty Images)

Le gomme Michelin si stanno rivelando la carta vincente di Valentino Rossi, sempre più veloce nelle libere e nelle qualifiche dove fino a pochi mesi fa non riusciva mai a brillare.

Dopo aver testato i nuovi pneumatici nei primi test del 2015 il campione di Tavullia si era detto insoddisfatto e preoccupato per l’impatto che avrebbero avuto sugli equilibri in pista, ma la vittoria di Jerez ha dimostrato il grande lavoro compiuto dall’azienda francese.

Nella prima giornata di test Michelin della scorsa stagione si erano contati ben 15 cadute per colpo dell’anteriore instabile e privo di grip. Uno scetticismo diffuso aveva pervaso quasi tutti i team, a partire dai piloti che sembravano condannati a dover modificare radicalmente il loro stile di guida, ma a distanza di mesi si sono rivelati l’asso nella manica di Valentino che ha finalmente avuto il vantaggio di partire dalla pole e dettare legge davanti agli spagnoli. “Mi sento veramente bene con questi pneumatici, perché sono cresciuto con le gomme Michelin e sono diventate molto familiari”.

Un feeling in crescendo che potrebbe riservare ulteriori sorprese anche nelle prossime gare, magari a cominciare proprio dal prossimo GP di Le Mans dove il Dottore si è sempre dimostrato molto veloce e competitivo. Ma il merito va innanzitutto all’ottimo lavoro della Michelin negli ultimi mesi: “Durante i test in inverno sono successe molte cose. Naturalmente, la Michelin deve continuare a fare il passo successivo, ma hanno sempre avuto l’atteggiamento giusto, al fine di ottenere miglioramenti”, ha ammesso Valentino Rossi.

Ma buona parte del merito va certamente al 37enne pilota della Yamaha capace di trovare nuovi stimoli e determinazione, inseguendo un sogno che si chiama decimo titolo iridato. E i vertici del fornitore di gomme gli hanno riconosciuto una certa destrezza nel trovare il giusto feeling con i pneumatici: “Valentino è stato abile a gestire il consumo della gomma evitando di mandarla in crisi – ha detto Piero Taramasso a Motorsport dopo il GP di Jerez -. Ha ridotto il passo per arrivare in fondo, visto che c’erano delle condizioni molto particolari. La Michelin ovviamente sta lavorando sodo per soddisfare le richieste dei piloti”.