Ferrari, Vettel: “Immagini chiare”. Raikkonen: “Volevamo vincere”

Kimi Raikkonen Sebastian Vettel
Kimi Raikkonen e Sebastian Vettel (©Getty Images)

C’è sempre qualcosa che non va per la Ferrari in queste prime gare del campionato di Formula1 2016. Se nelle prime due erano stati dei problemi al motore a mettere k.o. prima Kimi Raikkonen e poi Sebastian Vettel, nella terza c’era invece stato un contatto in partenza tra compagni di squadra. Oggi nel Gran Premio di Russia a Sochi il tedesco è stato costretto al ritiro a causa di un tamponamento ripetuto effettuato da Daniil Kvyat. Per il finlandese, invece, un terzo posto lontano dalle Mercedes di Nico Rosberg e Lewis Hamilton.

Subito dopo essere stato tamponato, questo era stato il team-radio di Sebastian Vettel: “Mi hanno colpito, da dietro, c***. Non so chi sia stato, ma è stato un f*****o tamponamento”. Poi il quattro volte campione del mondo ai microfoni dei giornalisti presenti nel paddock ha dichiarato: “Ho fatto una buona partenza e alla primaa curva ho affiancato Ricciardo. Ho visto le immagini, che cosa posso aggiungere, basta guardare il video. Peccato anche per Daniel, perché ho colpito anche lui. Sono state fatte manovre inutili: lo sanno tutti che la gara dura 53 giri. Ero già al quinto posto, non era così male. Ma non serve a niente se chi sta dietro non frena”.

Deluso e arrabbiato il tedesco per il contatto di Daniil Kvyat con la sua Ferrari, ma anche l’umore di Kimi Raikkonen non è dei migliori: “Non era ovviamente quello che volevamo. Siamo venuti qui per vincere, ma non eravamo abbastanza veloci per battere le Mercedes. Dopo la ripartenza non avevamo il passo”. Entrambi i piloti Ferrari oggi avevano altre aspettative, che però sono andate in fumo. La Mercedes continua ad arrivare davanti in gara alle rosse di Maranello.