Brivio: “Vinales? Yamaha non vuole attendere troppo”

Davide Brivio
Davide Brivio (©Getty Images)

Maverick Vinales nel giro di un mese dovrà decidere se proseguire l’avventura con la Suzuki o tentare il grande salto con la Yamaha ufficiale, un sogno ‘proibito’ accessibile a pochi, per di più al fianco di una leggenda come Valentino Rossi che alla fine del 2018 dirà addio alla MotoGP.

Maverick Vinales è debitore alla Suzuki per averlo lanciato nel motociclismo che conta, Davide Brivio e gli altri tecnici stanno facendo un ottimo lavoro, quindi la scelta non diventa facile e bruciare le tappe della propria carriera potrebbe costar caro. L’addio di Jorge Lorenzo è una palla da cogliere al balzo per molti piloti, ma il primo a dover dare una risposta è Vinales, con il box di Hamamatsu che spera in un sì. A cominciare da Davide Brivio, amico datato di Valentino Rossi… “Quando parlo con lui, parliamo della Suzuki. Quello che può significare lavorare accanto a Vale, sono cose che interessano di più a voi. Io gli spiego che cosa possiamo fare insieme”, ha detto in un’intervista a Motorsport.

Yamaha attende una risposta

Il team manager della Suzuki sa di avere tra le mani un piccolo fenomeno dall’enorme potenziale difficile da sostituire qualora approdasse in Yamaha: “Io non ho niente da dire sulla situazione che Maverick può trovare in Yamaha e lui che ci deve pensare. Io parlo di quello che possiamo offrirgli noi, non di quello che gli offrono gli altri. Lui sa che se resta possiamo lavorare per migliorare la moto, seguendo le sue richieste. Sa che può essere il nostro numero 1… Maverick può diventare una leggenda se vince con la Suzuki, perché in Yamaha tutto il mondo se lo aspetterebbe”.

Un esempio eloquente è il caso di Jorge Lorenzo che ha deciso di puntare sulla Ducati che, nonostante i grandi passi avanti, può rappresentare un interrogativo: “Probabilmente per lui in questo momento è più importante ottenere un titolo con la Ducati che tre con la Yamaha. Jorge cerca di fare la storia – ha detto Brivio -. E’ questa è la stessa possibilità che avrebbe Maverick“. Di certo la decisione si saprà a breve: “Non abbiamo fissato una data, ma speriamo di farvelo sapere il più presto possibile. Sarà tra Le Mans e Mugello, perché mi sembra che la Yamaha non voglia attendere troppo a lungo”.