MotoGP, Carlo Pernat: “Valentino Rossi è un genio”

Carlo Pernat
Carlo Pernat (© Getty Images)

Carlo Pernat non ha dubbi: “Valentino Rossi è un genio”. E il suo obiettivo per quest’anno, “oltre che battere [Marc] Marquez è quello di non far vincere Jorge [Lorenzo]”. All’indomani della straordinaria vittoria di Jerez de la Frontera, il manager ligure elogia il talento del Dottore e prevede un Campionato tutto all’insegna del suo “riscatto”.

“Il suo successo è stato perfetto, ha vinto con il gas e con la testa. Quando fa così non ce n’è per nessuno. C’è da dire che come al solito è stato più intelligente dei suoi avversari”, ha detto Pernat, come riporta in un virgolettato il Corriere dello Sport.

Gli ingredienti dell’ennesimo trionfo del Campione di Tavullia? L’ex manager di Valentino , Max Biaggi, Loris Capirossi, Marco Simoncelli e oggi di Andrea Iannnone li elenca uno ad uno. “La firma per primo con la Yamaha, gli accordi che hanno fatto della sua Academy il giardino d’infanzia della casa giapponese, la frase ‘Lorenzo non ha le palle per andare in Ducati’ gli hanno permesso di liberarsi di un avversario scomodo – sostiene l’esperto – . Il suo obiettivo, quest’anno, oltre che batter Marquez è quello di non far vincere Jorge. Non nutro alcun dubbio in proposito. E’ un genio”.

 

Le rivelazioni di Pernat

Guardando avanti, per la prossima stagione tiene banco anche il mercato piloti, le cui caselle si stanno man mano riempiendo. Il posto di Lorenzo, passato alla Ducati, potrebbe essere preso da Maverick Vinales, sempre più vicino alla Yamaha. Negli ultimi giorni ci sono stati importanti passi in avanti e l’ufficialità potrebbe arrivare a breve.

Intervenendo alla trasmissione radio ‘Tutti convocati’, Carlo Pernat ha parlato del prossimo compagno di squadra del Dottore e non solo. “Al 90% Vinales l’anno prossimo sarà in Yamaha – ha detto – . Con Iannone che potrà finire o in Suzuki o restare in Ducati”. Rivelazioni importantissime in chiave mercato, rilasciate direttamente da un addetto ai lavori. “La Ducati ha portato a casa un gran pilota – ha concluso il manager – , però deve rendersi conto che prendendo Lorenzo si è messa contro mezza Italia”. Una prima “lezione”, intanto, Valentino gliel’ha già data…