Valentino Rossi: “Che goduria battere Lorenzo e Marquez”

Valentino Rossi a Jerez
Valentino Rossi (©Getty Images)

62esima pole, 113esima vittoria in carriera per Valentino Rossi a Jerez de la Frontera. Numeri da brivido che alimentano la leggenda della MotoGP e lasciano ben sperare per il proseguimento di stagione, sebbene il pesarese sia ancora terzo in classifica, ma a pochi punti da Marc Marquez e Jorge Lorenzo.

Una gara impeccabile per il Dottore, priva di errori, dove ha dovuto fare i conti con qualche vibrazione di troppo lungo il rettilineo del tracciato andaluso, ma con una YZR-M1 perfetta, frutto dell’ottimo lavoro del team Movistar Yamaha e del suo staff. Valentino Rossi non può che essere entusiasta per questa vittoria in terra spagnola, primo trionfo stagionale su cui in pochi avrebbero scommesso nonostante la partenza dalla prima casella in griglia.

“Oggi dà gusto, mi aspettavo di essere competitivo, ma forse era più una speranza – ha detto il campione di Tavullia ai microfono di Sport Sky -. Ho lavorato bene con il team , ringrazio il mio team, abbiamo lavorato bene con le gomme usate dal venerdì. Grande partenza e sono riuscito ad essere molto veloce e quando li sentivo sempre più lontani provavo un gran gusto”, confessa Rossi al termine della premiazione sul podio di Jerez.

“Pensavo che Lorenzo sarebbe riuscito a starmi davanti nei primi giri, ma sono entrato bene nella prima curva e ho capito che prendevo un po’. Arrivare all’ultima curva tutti insieme sarebbe stato un po’ pericoloso – ha scherzato il pesarese -. Andavo forte dall’inizio, sentivo Lorenzo che era attaccato con i denti, ha fatto un sorpasso molto coraggioso, ha provato un “tiro da lontano”, ma Valentino ha subito risposto con un controsorpasso per poi darsi ad una fuga solitaria.

“A dieci giri dalla fine la gomma iniziava a vibrare sul rettilineo, ho dovuto rallentare un po’, ma la moto si guidava molto bene. Nel rettilineo dei box il retro della moto spinnava, era successo anche nelle prove, ma nelle curve la moto si guidava bene… Ho proprio goduto ad essere in mezzo a loro sul gradino più alto”.