MotoGP Jerez, Marc Marquez: “Soddisfatto, la pole era difficile”

Marc Marquez
Marc Marquez (©Getty Images)

Marc Marquez partirà dalla terza casella della griglia di partenza nel Gran Premio di Spagna che si corre domani sulla pista di Jerez de la Frontera. Il leader della classifica MotoGP 2016 nel turno di Qualifiche non è riuscito a sopravanzare le Yamaha del poleman Valentino Rossi e del campione del mondo in carica Jorge Lorenzo.

I tre piloti, che occupano le prime tre posizioni della graduatoria iridata, sono molto vicini come tempi sia nel giro singolo che sul passo di gara. E’ lecito attendersi una grande battaglia domani. Sarebbe bello veder lottare questo trio in pista all’insegna della competizione e della correttezza, senza colpi bassi. Ne guadagnerebbe lo spettacolo e sicuramente il pubblico andrebbe in visibilio.

 

MotoGP Jerez: Marc Marquez commenta le Qualifiche

Al termine della sessione di Qualifiche il campione del mondo MotoGP 2013 e 2014 ha espresso le proprie considerazioni in merito al risultato ottenuto: “Ho spinto al massimo per tre giri – riporta Marca -. La cosa importante è poter essere costanti. Rispetto al primo turno abbiamo cambiato il setup della moto, cosa che non facciamo abitualmente, ma qui ne avevamo bisogno e credo che siamo andati bene. Per questo ho fatto tanti giri di fila, che di solito non faccio, perché dovevo adattarmi”.

Marc Marquez si è mostrato contento per la sua posizione in griglia, anche se ovviamente il suo obiettivo è sempre quello di mettersi davanti a tutti e dunque di ottenere la pole position: “Sono felice perché pensavo che la pole sarebbe stata difficile. La Yamaha con il nuovo pneumatico ha più aderenza e è più veloce. In definitiva dobbiamo essere soddisfatti e domani vediamo se siamo in grado di tenere il passo di Rossi e Lorenzo”. I due piloti della Yamaha sembrano in grande forma per la gara, ma siamo sicuri che anche il fenomeno di Cervera sarà della partita e proverà in tutti i modi a mettere la sua moto davanti a quella dei rivali sul traguardo.