MotoGP Jerez, Dovizioso: “Felice, Ducati migliorata”. Iannone: “Deluso”

Andrea Dovizioso
Andrea Dovizioso (©Getty Images)

Dopo le Qualifiche del Gran Premio di Spagna il box Ducati presenta umori diversi: da una parte c’è un Andrea Dovizioso, quarto e tutto sommato soddisfatto per la sua performance, dall’altra c’è invece un Andrea Iannone molto deluso per non essere andato oltre l’undicesima posizione.

Il forlivese ha dimostrato di essere più a suo agio e veloce rispetto al compagno di squadra sulla pista di Jerez de la Frontera. Il trio che occupa la prima fila, Rossi-Lorenzo-Marquez, sembra averne di più in ottica gara per vincere. Però l’ex pilota Honda e Yamaha cercherà di dare il massimo e magari di approfittare degli eventuali errori di chi gli sarà davanti. Per il centauro di Vasto ci sarà una bella rimonta da effettuare e dovrà farcela nel più breve tempo possibile per non perdere troppo contatto dai piazzamenti migliori.

Dovizioso e Iannone: umori diversi in casa Ducati

Andrea Dovizioso al termine della sessione di Qualifiche odierno ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: “Sono molto contento del lavoro che stiamo facendo durante questo week-end – si legge su Ducati.it -. Abbiamo lavorato bene, siamo rimasti calmi anche quando non eravamo veloci e siamo riusciti ad ottenere un risultato a mio parere molto difficile in queste condizioni. Sono soddisfatto anche perché le mie sensazioni sulla moto sono migliorate via via durante i turni, e questo è un aspetto importante. Penso che i tempi delle qualifiche saranno poco indicativi per la gara, in quanto la gestione dello pneumatico posteriore sarà la chiave di tutto e quindi sarà necessario essere a posto soprattutto su questo aspetto. Ringrazio la Ducati”.

Il forlivese dunque è contento per il risultato ottenuto, grazie al suo lavoro e a quello di tutto il suo team. Essere il primo dietro ai ‘Fantastici Tre’ non era affatto semplice, considerando che la Ducati a Jerez sembrava non essere perfettamente a suo agio. La testimonianza l’ha data Andrea Iannone, a sorpresa molto indietro ma determinato a recuperare più posizioni possibili.

Queste le considerazioni del pilota abruzzese: “Mi pesa partire in undicesima posizione. Non riesco a guidare con il mio stile e pertanto faccio molta fatica: ho difficoltà ad accelerare in uscita di curva ed anche in percorrenza ho dei problemi e questo mi penalizza davvero molto. Peccato, ma ora dobbiamo cercare di capire come fare per recuperare. Domani dovremo scattare bene in partenza per guadagnare posizioni e poi vedere come impostare la gara, considerando che il calo delle gomme arriverà per tutti ”.