Valentino Rossi: “Marquez alla Yamaha? Non è un mio problema”

Valentino Rossi
Valentino Rossi (©Getty Images)

Alla vigilia del GP di Jerez il discorso che tiene banco è il passaggio di Jorge Lorenzo alla Ducati dal 2017. Valentino Rossi, chiamato in discussione, esprime il suo punto di vista e non si sbilancia sul futuro compagno di squadra.

Il team Movistar Yamaha sembra orientato su Maverick Vinales, ma non è l’unico nome che in queste ore circola nel paddock. “Yamaha ha molte possibilità. Ho sentito nomi come Iannone, Vinales e Pedrosa, in più ci sono giovani candidati che provengono dalla Moto2”, ha affermato il campione di Tavullia nella tradizionale conferenza stampa del giovedì che anticipa le prime prove libere sul circuito andaluso. Ma la casa di Iwata potrebbe anche puntare su un big come Marc Marquez? “Non so quali sono gli obiettivi di Márquez. Non so se vuole stare con Honda o se vuole passare alla Yamaha. Inoltre, non ho nulla a che fare con questa decisione, non è un mio problema”.

Impossibile immaginare un’accoppiata Rossi-Marquez visto i precedenti della scorsa stagione dopo il GP di Sepang. Sotto molti aspetti il trasferimento di Lorenzo alla Ducati ricorda quello di Valentino di qualche anno fa, con la differenza che adesso la Desmosedici sembra una moto davvero competitiva e non in fase di sviluppo. “La moto è competitiva. Certo, la Ducati è molto diversa dalla Yamaha. Ma so le capacità di guida di Lorenzo. Credo che egli sarà in grado di competere anche con la Ducati”.

Per adesso è difficile definire con chiarezza il livello di competizione della Desmosedici: “Sul rettilineo la Ducati MotoGP è stata storicamente sempre molto veloce. Per due anni la Ducati è stata costantemente veloce in qualifica e in gara. Ma io non sono in grado di stimare il livello di Ducati rispetto a Honda e Yamaha in modo preciso. Quando Lorenzo cavalcherà la Ducati – ha concluso Valentino Rossi -, saremo in grado di dare un giudizio più chiaro”.