Rabbia Vettel: “Stavolta ti è andata bene”. Kvyat: “Sono le gare”

Vettel e Kvyat
Vettel e Kvyat (©Getty Images)

Sebastian Vettel non trattiene la rabbia al termine del GP di Shangai per quel sorpasso alla partenza ad opera di Kvyat che gli ha rovinato tutta la gara. Una manovra corretta, ahimè per il pilota tedesco, che per la seconda gara consecutiva chiude il GP con il sapore della beffa, così come per Kimi Raikkonen subito ai box dopo la collisione con il compagno di team.

La Ferrari ha riconfermato di essere cresciuta in quanto a prestazioni, ma ancora una volta un singolo episodio compromette una gara intera, pur dovendo ammettere ancora la supremazia Mercedes. Al termine della gara Sebastian Vettel non ha ceduto alla tentazione di rimproverare Daniil Kvyat prima di salire sul podio: “Sei matto, sei entrato come un razzo sulla destra”. La replica del pilota Red Bull non si è fatta attendere: “Ma sono le corse, c’era lo spazio e sono entrato”.

Una giustificazione poco plausibile per il ferrarista: “Ma devi immaginare che ci sono macchine anche a sinistra, capisco che è una gara, stavolta ti è andata bene”. Il russo controbatte: “Io sto facendo la mia gara non posso vedere tutto quello che accade in pista. E comunque siamo entrambi sul podio, dimentica”. Nessuna stretta di mano tra i due piloti sul podio, troppo calda la ferita per appianarsi e Kvyat rincara la dose: “È stata una manovra rischiosa ma se vuoi il podio devi fare così. E continuerò farlo”.

Per Sebastian Vettel è stata una partenza totalmente sbagliata oltre che sfortunata, si è allargato per cercare di sorpassare Kimi e sulla destra ha lasciato il corridoio utile a Daniil, sono rimasto in mezzo, chiuso in sandwich. Mi dispiace ma non potevo fare nulla. Mi spiace terribilmente per quanto accaduto, quando tocchi la macchina del tuo compagno c’è qualcosa che non va, ma non sapevo dove andare, Kvyat ha quasi distrutto le nostre gare, la safety car ci ha aiutato, ma quando al primo giro colpisci il tuo compagno è una sfortuna”.