MotoGP, Giacomo Agostini: “Valentino può vincere anche a 40 anni”

Giacomo Agostini
Giacomo Agostini (©getty images)

Il 15 volte campione del mondo Giacomo Agostini è convinto che la carriera sportiva di Valentino Rossi sia ancora lontana dal suo epilogo. In un’intervista a La Stampa il decano degli atleti delle due ruote afferma infatti che “Rossi può vincere anche a 40 anni”. E aggiunge: “Non credo che per lui conquistare il decimo titolo sia diventata una malattia, ma posso invece capire che, a 37 anni, ci tenga a dimostrare di avere ancora il manico per tenersi dietro gente con qualche lustro meno di lui”. A partire – precisiamo noi – da Jorge Lorenzo e Marq Marquez, con i quali il Pesarese tornerà a confrontarsi già nel prossimo week end.

Agostini parla con cognizione di causa, dato che vinse il suo ultimo titolo mondiale nel 1975, a 33 anni, con la Yamaha 500. “Una vittoria non segnerebbe la fine della sua carriera – assicura Ago riferendosi ancora al Campione di Tavullia -, ma sarebbe il miglior suggello. Anche perché Valentino sa che più va avanti e più si fa difficile”. E rimarca che la sfida “in pista ci sarà e dura. Ma come sempre, da quando esiste il motociclismo”. Il commentatore tecnico del nuovo campionato della velocità su due ruote si aspetta una stagione “emozionante, forse ancora di più di quella appena trascorsa, la più coinvolgente degli ultimi 10 anni”.

Quanto alla diatriba dello scorso anno tra i tre mostri sacri della classe regina, Agostini osserva che “parliamo di piloti professionisti e solo uno sarà incoronato campione il prossimo novembre. L’obiettivo è troppo importante per farsi coinvolgere in ripicche”. Ma – conclude il fuoriclasse bresciano – “capisco il dispiacere di Rossi per un mondiale che avrebbe meritato ed è sfumato. Diciamo che nel finale del 2015 hanno sbagliato in molti e le colpe andrebbero distribuite. La speranza, per il Dottore e tutti i suoi fan, è quella di rifarsi nel Campionato in corso.