GP Cina, Sebastian Vettel: “Sono deluso, prima fila era possibile”

Sebastian Vettel
Sebastian Vettel (©Getty Images)

Le Ferrari deludono le aspettative dei tifosi nelle qualifiche del GP della Cina, ma domani sarà battaglia aperta: Kimi Raikkonen e Sebastian Vettel partiranno dalla seconda fila, davanti Nico Rosberg e Daniel Ricciardo, mentre Lewis Hamilton sarà in ultima fila a causa di un problema alla monoposto nella Q1.

La prima fila sembrava alla portata di mano per le Rosse di Maranello, eppure Sebastian Vettel non è riuscito a mettere a segno il giro perfetto nel suo ultimo tentativo, forse attendendo troppo ai box nella Q3: “Non ho fatto un buon giro, sono partito col piede sbagliato, ho cercato di recuperare per tutto il giro, non sono contento di quanto fatto nel Q3 – ha detto il tedesco -. La macchina poteva dare di più, dovevo spingere, ci poteva essere anche la possibilità della pole anche se, visto poi il giro di Rosberg, non ce l’avrei fatta comunque. Ma la seconda posizione era alla portata, sono deluso… Abbiamo per la gara un set di pneumatici in più. Se ne avremo o non avremo bisogno il tempo lo dirà. Questo dipende anche dall’andamento della gara, se per esempio entrerà la safety car”.

Stavolta Sebastian Vettel ha commesso un errore ad inizio giro, senza mai dimenticare che la Mercedes ha ancora un certo vantaggio sulla Ferrari. Ma domani in gara conteranno ancora una volta l’usura delle gomme e la strategia di gara: “La macchina era abbastanza veloce, potevamo piazzarci al secondo posto, ma il mio giro non era buono. Ho iniziato in modo aggressivo e quindi volevo recuperare il tempo perduto, anche se ho fatto un errore di frenata nella penultima curva”.

Anche per Kimi Raikkonen si tratta di un’occasione sprecata  e ammette di aver commesso un errore: “La prima fila si poteva fare, non so se primi o secondi ma saremmo comunque stati molto vicini alla prima posizione… Sono andato largo sul tornante e ho perso tempo, è un peccato, potevamo stare davanti ma è andata così e cercheremo di fare meglio domani – ha detto il finlandese -. Rosberg partirà con le soft e noi con le supersoft? Vedremo, in gara sarà diverso, ci saranno tante possibilità in gara, cercheremo di fare il nostro massimo e vedremo dove arriveremo”.