MotoGP, Marc Marquez: “Honda lavora a una nuova aerodinamica”

Marc Marquez
Marc Marquez (©Getty Images)

Marc Marquez è soddisfatto di un inizio di stagione ben più proficuo di quanto lui stesso si aspettasse, con un terzo posto e due vittorie che lo hanno lanciato in vetta alla classifica piloti. Ora l’attenzione è puntata al prossimo round, dove il podio è considerato dal Fenomeno di Cervera l’obiettivo minimo. “L’Argentina e Austin sono due circuiti in cui mi è andata bene – spiega lo spagnolo della Honda, come riporta il Corriere dello Sport – , mentre per [Jorge] Lorenzo, che aveva mostrato di essere il più forte nei test pre-stagionali, come in Qatar, sono quelli che sono andati peggio. Staremo a vedere”.

Certo è che sul circuito di Austin Marquez ha dimostrato di aver trovato una particolare sintonia con le gomme Michelin: “L’importante – sottolinea lui stesso a colloquio con i colleghi di Speedweek – è aver capito qual è il loro punto limite. Non è stato facile, perché ci sono molte differenze rispetto alle vecchie gomme”. In vista della gara di Jerez, che si correrà il prossimo 24 aprile, Marquez si attende una risposta da parte del rivale maiorchino: “Non sarà simile ad Austin o all’Argentina, la gara sarà combattuta – prevede il 23enne leader della MotoGP- . L’obiettivo principale è il podio, cercare di essere lì. Poi vedremo. Magari arriviamo là e ci troviamo perfettamente con la moto”.

Marquez non nasconde che il suo team sta già preparando una strategia per la prossima gara: “Cercheremo una nuova aerodinamica sulla quale la Honda sta lavorando – rivela il leader della MotoGP – proveremo a sfruttare quello che altri hanno scoperto, e cioè utilizzare la forza dell’aerodinamica per rendere la moto più reattiva. Forse le ali sulla carena possono aiutare la ruota anteriore a rimanere incollata all’asfalto che è quello che si cerca in rapida accelerazione e in curva”. “Non abbiamo trovato il momento – conclude – , ma siamo impegnati a raggiungere questo obiettivo”.