Ferrari, Vettel: “Obiettivo pole”. Raikkonen: “Giornata complessa”

Sebastian Vettel
Sebastian Vettel (©Getty Images)

La Ferrari è partita bene nella prima giornata di prove libere del Gran Premio della Cina che si disputa sul veloce circuito di Shanghai. Nel secondo turno di prove libere, infatti, Kimi Raikkonen e Sebastian Vettel hanno messo dietro le Mercedes di Nico Rosberg e Lewis Hamilton. Sicuramente un buon segnale quello lanciato dalla scuderia di Maranello, anche se poi saranno qualifiche e gara a fare la differenza.

Maurizio Arrivabene, team principal Ferrari, non si monta la testa per questo risultato odierno: “Un venerdì di speranza – ha dichiarato dal paddock ai giornalisti – in cui abbiamo raccolto dei dati utili, ma non posizioni in griglia o punti. Problemi di affidabilità? Meglio averli a inizio stagione che a metà o alla fine”. Sembra con i piedi per terra il dirigente del Cavallino Rampante. E’ preso per esaltarsi.

Ferrari, parlano Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen

Anche i due piloti, pur abbastanza soddisfatti, non si montano la testa per i piazzamenti ottenuti nella seconda sessione di prove libere a Shanghai. Kimi Raikkonen, leader davanti al compagno, si è così espresso al termine della giornata: “E’ stata una giornata abbastanza complessa, facevo fatica a trovare aderenza, forse a causa del vento – riporta ferrari.com -. La mia vettura scivolava molto, non era una sensazione piacevole. Quando ho montato le Supersoft sembravano funzionare al meglio, avevo più grip e questo ha sicuramente aiutato a mettere insieme un buon giro. Domani vedremo come saranno le condizioni meteo, cercheremo di avere una buona giornata e poi di fare del nostro meglio in gara”.

Il finlandese ha messo in evidenza che, al di là del primo posto ottenuto, ci sono stati diversi problemi avvertiti da parte sua al volante della Ferrari. Ovviamente auspica miglioramenti in vista di domani e di domenica, stessa cosa che si attende Sebastian Vettel: “Il venerdì non è così importante in termini di posizioni, quel che più conta sono le sensazioni. Abbiamo avuto una giornata discreta e il feeling con la vettura era buono, ma possiamo ancora migliorare, in particolare sul bilanciamento. Questa sera avremo molto lavoro da fare, per cercare di venirne a capo”.

Il tedesco ha chiaro l’obiettivo, ma sa anche che non è semplice e serve molto lavoro per vincere: “Di sicuro la pole è sempre il nostro obiettivo, ma oggi è solo venerdì, quindi non è il caso di preoccuparsi troppo. Questo tracciato è abbastanza impegnativo per le gomme, la macchina scivolava molto e il degrado era elevato. Ho esaminato i dati di Kimi e visto dove era più veloce. Questo pomeriggio abbiamo svolto programmi diversi e questo è utile per fare un confronto ed imparare l’uno dall’altro”.