MotoGP, Marc Marquez: “Sono felice, in Honda motivazioni alte”

Marc Marquez (© Getty Images)
Marc Marquez (©Getty Images)

Marc Marquez dopo tre gare del campionato MotoGP 2016 si ritrova in testa alla classifica mondiale con 21 punti di vantaggio su Jorge Lorenzo e 33 su Valentino Rossi. Un ottimo inizio per il pilota Honda, terzo al traguardo in Qatar e poi vincitore sia in Argentina che negli Stati Uniti.

Sicuramente lo spagnolo non si immaginava di essere in una simile situazione quando, durante i test pre-stagionali, la sua moto sembrava avere del gap rispetto a Yamaha e Ducati. Ma all’interno del team di Tokio è stato fatto un grande lavoro per consentirgli di essere competitivo e vincente. Più in difficoltà Daniel Pedrosa, il quale comunque avrà modo di riscattarsi nelle prossime gare. Però è chiaro che sia soprattutto il fenomeno di Cervera l’uomo su cui la squadra punta per vincere gare e titolo.

Marc Marquez

Dopo un 2015 caratterizzato da troppe cadute e da polemiche con Valentino Rossi, il due volte campione del mondo MotoGP vuole riconquistare lo scettro iridato e dunque spera di continuare il trend positivo anche nei prossimi gran premi. Queste le sue ultime dichiarazioni riprese dal portale Speedweek.com: “Sono felice per le ultime due gare. Ma voglio aspettare fino a dopo le gare in Europa. Poiché le piste sono diverse, l’asfalto è differente rispetto a quello dei tracciati precedenti. Vedremo come va lì per noi”.

Il campionato MotoGP approda ora in Europa  e vi resterà fino a fine settembre, per un totale di undici gare. La prima è il 24 aprile a Jerez e Marc Marquez auspica di poter lottare ancora per vincere. Nonostante il buon momento, non intende adagiarsi sugli allori, sono passate solo tre corse ed è presto per esaltarsi. Infatti ha affermato: “In questo momento abbiamo un vantaggio di 21 punti, che è già qualcosa. Però abbiamo bisogno di capire esattamente in che direzione dobbiamo andare. Ma la Honda sta lavorando sodo, dovremmo presto ottenere nuove parti per aiutarmi a raggiungere il nostro obiettivo. Dopo l’ultimo anno la nostra motivazione è ancora più alto”.