Lewis Hamilton: “Valentino può vincere ancora”

Lewis Hamilton e Valentino Rossi
Lewis Hamilton e Valentino Rossi (©Getty Images)

Lewis Hamilton può vantare tre titoli iridati in Formula 1, due dei quali conquistati con la Mercedes nel 2014 e 2015. Nonostante il primato di Nico Rosberg in classifica dopo due giornate e la penalizzazione che lo vedrà retrocedere di cinque posizioni in griglia nel GP della Cina il pilota inglese resta il favorito per il titolo di campione del mondo.

Da tre anni circa a questa parte sembra non avere rivali, sia in pista sia fuori, con il suo modo di apparire che alimenta il gossip sportivo a livello mondiale. E’ uno di quei personaggi che fanno bene ad uno sport che rischia di divenire sempre più noioso e meno seguito. In un’intervista a Motorsport.com Lewis Hamilton parla del Mondiale 2016 e della possibilità che il titolo gli sfugga di mano in favore di Nico Rosberg o Sebastian Vettel.

“Onestamente alla vigilia di questo Mondiale non mi sono posto delle aspettative. E’ un po’ come avere qualcuno che ti sta per lanciare una palla e non puoi sapere da che parte andrà – ha confessato il pilota inglese -. La cosa migliore è essere pronti a tutte le evenienze… Non sono preoccupato da nessuno, non è una cosa che porti con te come pilota, e probabilmente nemmeno come pugile, tennista o altro. Non devi avere paura, o meglio non dovresti, e se ce l’hai sei nei guai. Serve la fiducia al cento per cento nelle proprie possibilità. Conosco i punti di forza degli avversari, alcuni sono più forti degli altri, ma principalmente penso a fare il mio lavoro. E anche se c’è qualche preoccupazione, non mi ci concentro troppo”.

Diversi giorni fa si parlava di un possibile permesso rilasciato dalla Mercedes al pilota per testare una MotoGP e Lewis Hamilton non ha mai negato una certa simpatia per Valentino Rossi: “Valentino è probabilmente ancora uno dei piloti più forti, penso che abbia ancora quello che serve. Penso che stia cercando di tornare a vincere per poi dire ‘basta’. Di sicuro ha ancora la possibilità di farlo: spero di essere in una posizione simile alla fine della mia carriera”.