Maverick Vinales-Suzuki: rinnovo automatico dopo un podio

Maverick Vinales
Maverick Vinales (©Getty Images)

Da settimane parliamo di Maverick Vinales e di quanto sia incerto il suo futuro, in bilico tra la permanenza in Suzuki e un approdo in Yamaha per sostituire un Jorge Lorenzo sempre più diretto in Ducati. Il talento spagnolo è tra gli uomini mercato più importanti in vista del campionato MotoGP 2017. Il suo contratto è in scadenza e ciò lo rende ancora più appetibile.

Il team di Hamamatsu ha sempre fatto sapere che vorrebbe trattenere l’ex campione mondiale Moto3 e farne il suo Kevin Schwantz, pilota che ha corso per 10 anni sempre in Suzuki ed ha conquistato anche un titolo nella classe 500. L’ex centauro statunitense intanto ha messo in guardia Maverick Vinales in merito a un trasferimento in Yamaha per affiancare Valentino Rossi, scelta che potrebbe anche rivelarsi errata in futuro. Però sarebbe l’occasione per approdare in un top team, difficile da rifiutare.

Maverick Vinales e il rinnovo con Suzuki

Molto si è detto in merito al contratto esistente tra il 21enne di Figueres e la Suzuki. Infatti risulta esserci un’opzione per prolungarlo oltre il 2016 e non è chiaro se sia esercitabile dal team oppure dal pilota stesso. Aki Ajo, lo sponsor personale del Maverick Viñales, ha confermato l’esistenza di questa clausola recentemente.

Secondo quanto rivelato da Speedweek, tale opzione sarebbe a favore dalla casa di Hamamatsu e dipenderebbe dalla conquista di almeno un podio da parte del talento spagnolo nel corso del campionato MotoGP 2016. Nel caso in cui ciò avvenisse, il contratto verrebbe automaticamente prolungato di un anno. La stagione è lunga e la possibilità di ottenere questo tipo di risultato è concreta, dato che la moto ha compiuto notevoli progressi rispetto al 2015.

Maverick Vinales è ambizioso e punta in alto, difficilmente eviterà di proposito di salire sul podio solo per non dover rinnovare con Suzuki. Non sarebbe professionale e rischierebbe un parziale ridimensionamento del suo valore. Di certo, però, un prolungamento con l’attuale team lo vedrebbe costretto a rimanere su una moto sicuramente dall’ottimo potenziale ma che non rappresenta una garanzia come la Yamaha al momento. Vedremo nelle prossime settimane se l’indiscrezione lanciata da Speedweek sarà confermata e come si evolverà la situazione del pilota.