Fernando Alonso: “Vorrei correre in Cina, dipende dai medici”

Fernando Alonso
Fernando Alonso (©getty images)

Fernando Alonso non ha potuto correre il Gran Premio del Bahrain a causa del tremendo incidente avuto durante la gara inaugurale del campionato F1 2016 disputata a Melbourne, in Australia. Lo spagnolo tamponò ad alta velocità Esteban Gutierrez e la sua McLaren volò letteralmente in aria andandosi a distruggere quasi completamente. Lui se la cavò con la fratture di alcune costole. Un po’ di anni fa in una simile carambola ci avrebbe perso sicuramente la vita.

A Sakhir i dottori non poterono dargli il via libera per correre e adesso per il GP di Cina a Shanghai è tutto nuovamente nelle loro mani. Il pilota asturiano migliora di giorno in giorno, ma le sue condizioni andranno verificate in maniera approfondita entro giovedì, per capire se potrà prendere parte alle prove libere o sarà ancora sostituito da Stoffel Vandoorne.

Fernando Alonso cauto sul ritorno in pista

Il due volte campione del mondo in Formula1 con la Renault vorrebbe chiaramente poter correre in Cina, ma è consapevole che la decisione non spetta solamente a lui: “È stata una delusione apprendere che non potevo correre in Bahrain, ma ho pienamente rispettato la decisione del team medico della Fia – riporta Marca -. Spero di tornare in pista venerdì, ma finché non otterrò il via libera dai medici per correre non possiamo dare niente per scontato. Nel frattempo mi sto continuando a preparare per il weekend di gara come sempre”.

Fernando Alonso a Shanghai ha spesso portato a casa dei buoni risultati quando era nelle condizioni di poterlo fare e tra questi risultato due successi: “Mi è sempre piaciuto guidare in Cina, qui ho vinto in due occasioni e spero che possiamo lottare in pista e vedere più progressi in questo fine settimana. Il circuito è divertente da guidare e ci sono alcune sezioni ad alta velocità che sono divertenti, quindi sono felice di vedere che cosa possono fare il nostro telaio e la nostra power unit di quest’anno”. La McLaren deve ancora recuperare parecchio gap da Ferrari e Mercedes, il team di Woking sta lavorando molto per portarsi preso nelle prime posizioni.