MotoGP Austin, Jorge Lorenzo: “Contentissimo, ma Marquez è imbattibile”

Jorge Lorenzo (© Getty Images)
Jorge Lorenzo (© Getty Images)

E’ un Jorge Lorenzo soddisfatto, ma ben consapevole del vantaggio dell’attuale leader della classifica del Campionato, quello che a fine serata traccia un bilancio del terzo appuntamento della stagione 2016 di MotoGP. A trionfare ad Austin è stato infatti il fuoriclasse della Honda Marc Marquez, che ha rispettato tutti i pronostici della vigilia. Alle spalle del Fenomeno di Cervera si sono piazzati il maiorchino e Andrea Dovizioso, al suo primo podio stagionale. Sfortunati invece Valentino Rossi e Andrea Dovizioso, che non hanno potuto portare a termine la gara a causa di due cadute dalle dinamiche diverse ma ugualmente dolorose.

Il campione del mondo in carica della classe regina è comunque contento del risultato di oggi: “Sono partito bene ma poi sono andato largo nella prima curva, oggi non riuscivamo a fermare la moto in frenata, sapevamo che sarebbe stato difficile dopo l’incidente di questa mattina, la pista era molto scivolosa, abbiamo ottenuto un ottimo risultato”, ha dichiarato Lorenzo subito dopo la gara ai microfoni di Sky Sport. “Dopo le qualifiche di ieri – ha aggiunto – sembrava che avevamo la nostra chance di vincere. Sono contentissimo perché abbiamo salvato una situazione molto difficile che dopo il warm up sembrava difficile. Quando arriviamo in europa possiamo provare di vincere qualche gara”.

Il Campionato 2016 della MotoGP è iniziato tutto nel segno del fuoriclasse della Honda, complici anche le novità introdotte quest’anno a livello regolamentare per le competizioni di questa disciplina. “Quest’anno stiamo vedendo che qualche moto può usare pneumatico morbido avanti, altre invece non possono, per noi sarebbe impossibile – ha fatto notare il maiorchino sempre a Sky Sport – , Marc ha fatto la differenza, lui su questa pista è stato imbattibile un’altra volta”. “Lui va molto veloce – ha concluso Lorenzo -, guida aggressivo, in questa pista ha fatto benissimo, vedremo nelle altre piste”. Come dire: la battaglia è appena cominciata…