Morte Paul Walker, 10 milioni di risarcimento alla figlia

Paul Walker (Getty Images)
Paul Walker (©Getty Images)

La morte di Paul Walker rimane un caso aperto visto che la figlia Meadow vuole andare fino in fondo per capire quali siano state le cause. Nessuna cifra potrà mai restituire a lei, alla famiglia e agli amici il loro caro; però intanto la ragazza riceverà un risarcimento da 10,1 milioni di dollari dal patrimonio di Roger Rodas, l’amico del padre che il 30 novembre 2013 era al volante della Porsche Carreta GT che si schiantò in California contro un albero e provocò la scomparsa di entrambi. La notizia è stata rivelata dal sito americano People.com.

Jeff Milam, avvocato della 17enne ragazzo, dopo la sentenza del tribunale ha dichiarato: “L’importo, che dal patrimonio di Roger Rodas sarà versato in un fondo a nome di Meadow Walker copre solo una frazione di quello che il padre avrebbe guadagnato come star del cinema internazionale, se la sua vita non fosse stata tragicamente spezzata. Con questo risarcimento è stato accertata la parziale responsabilità del signor Rodas”.

Ma la figlia di Paul Walker non si accontenta affatto di aver vinto la causa contro l’amico del padre. Infatti ha sporto denuncia anche nei confronti della Porsche, rea di aver prodotto una Carrera GT difettosa come quella in cui si trovavano le due persone tragicamente morte. Proprio in questi giorni una corte della California ha respinto l’accusa portata avanti dalla moglie di Roger Rodas, Kristine, la quale incolpava la casa automobilistica della morte del marito.

La Porsche ha ancora in piedi due cause legali, una è quella di Meadow Walker e l’altra è quella intentata dal padre del compianto attore. Vista la prima sentenza emessa in California, è difficile che ci possono essere esiti diversi in futuro. Non ci sono infatti prove che la Carrera GT fosse priva dei sistemi di sicurezza adeguati e che dunque abbia