MotoGP Austin, Andrea Iannone: “Non sono lontano da Marquez”

Andrea Iannone
Andrea Iannone (©Getty Images)

Andrea Iannone passa subito alla ribalta dopo l’incidente in Argentina e chiude la prima giornata di prove libere alle spalle di Marc Marquez che dista 7 decimi, ma lascia ben sperare in ottica gara.

Il pilota della Ducati ha trovato subito il giusto feeling con il posteriore, al contrario di molti altri piloti: “Abbiamo migliorato il passo di 1″ rispetto alla mattina ed è una buona notizia. Stiamo lavorando bene e quindi i progressi arrivano: dobbiamo continuare così. Il comportamento è migliorato rispetto alla mattina e non è andata male anche se dobbiamo crescere nel T3 e non abbiamo fatto tutti i giri che avremmo voluto”, ha detto in un’intervista riportata da ‘La Gazzetta dello Sport’.

La Honda di Marquez sembra avere una marcia in più sul tracciato di Austin, ma Andrea Iannone ritiene che la Desmosedici abbia ancora margini di miglioramento: “Stiamo cercando di migliorare. Abbiamo guidato tutta la seconda sessione con gli stessi pneumatici. Negli ultimi due giri potevamo migliorare, anche se eravamo con le gomme usate – ha detto a Speedweek.com -. Il mio tempo ideale non è lontano da Marc, ero solo 3/10 sec più lento. Sabato cercheremo di migliorare ulteriormente. Soprattutto in curva 3 nella zona di frenata la mia sensazione non è molto buona. Guarderò meglio i miei dati – ha concluso il rider di Vasto – e cercherò di capire meglio”.