Maverick Vinales: “In Argentina ho imparato da Valentino”

Maverick Vinales
Maverick Vinales (©Getty Images)

In Argentina Maverick Vinales stava per conquistare il suo primo podio nella MotoGP, ma nelle fasi finali una caduta ha rovinato la buona prestazione e lasciato via libera a Valentino Rossi. Ma da un errore si può imparare tanto e ad Austin il pilota Suzuki avrà una possibilità di rivincita.

La gara di Rio Hondo poteva essere una giornata storica per la carriera di Maverick, ma nel momento cruciale di una battaglia per il podio con Valentino una caduta lo ha costretto al ritiro. “E ‘stato deludente perché ero nelle prime posizioni. Ho avuto un podio tra le mani, ma ho fatto un errore. Non posso accettare questo errore. Sarebbe stato grande portare la Suzuki sul podio”.

L’anno scorso Vinales si è posizionato nono in Texas in veste di rookie, ma team e pilota hanno fatto passi da gigante rispetto al 2015: “Austin per me è stato sempre un buon tracciato. E’ un circuito dove posso sfruttare i punti di forza del mio stile di guida migliore. Tuttavia la gara dello scorso anno è stata difficile perché era solo il mio secondo Gran Premio in MotoGP – ricorda lo spagnolo -. La moto non era buona come ora. Quindi spero che questa volta vada meglio. Ho imparato molto in Argentina, ho guidato dietro Vale, Iannone e Dovi. Questo sarà certamente utile”.

L’obiettivo è mettersi subito alle spalle la caduta e puntare alla top-6: “Voglio dimenticare l’amarezza provata in Argentina e mi è dispiaciuto molto gettar via tutto il lavoro fatto con quella caduta a causa di una parte di pista ancora bagnata, ma durante il fine settimana a Termas de Rio Hondo abbiamo avuto la conferma di poter lottare con i migliori – ha concluso Maverick Vinales -. Il circuito in Texas presenta settori tecnici e veloci, mi piace molto e sono sicuramente pronto per conquistare i risultati che ci meritiamo”.