F1 Pirelli: Ferrari “azzarda” in Cina, Mercedes si “spacca”

Gomme Pirelli F1
Gomme Pirelli F1 (© Getty Images)

Solo poche ore fa Pirelli ha ufficializzato le scelte dei piloti riguardo al numero di mescole che saranno utilizzate a Shanghai, per il Gran Premio di Cina, terzo appuntamento del Mondiale 2016 di Formula 1 (15-17 aprile).

Il primo elemento che balza all’occhio è la diversità di preferenze in Casa Mercedes. Il campione del mondo in carica Lewis Hamilton ha infatti selezionato 4 set di gomme Medium, altrettanti di Soft e 5 Supersoft, nel solco di una tattica gomme difensiva. Il suo team mate Nico Rosberg, invece, ha puntato su una strategia un po’ più aggressiva: sono solo 3, infatti, i set di Medium selezionati dal tedesco, a fronte dei 5 Soft e altrettanti di Supersoft.

Tutt’altra logica è stata seguita in Casa Ferrari. Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen hanno adottato la stessa strategia, con soli 3 treni di Medium, 4 di Soft e ben 6 di Supersoft. In sostanza, le Rosse di Maranello hanno preferito avere più gomme a mescola supermorbida rispetto alle Mercedes, rischiando dunque  molto di più. In gara, però, gli schemi tattici potrebbero convergere, come già accaduto in Bahrain, nonostante la scelta di gomme differente tra le due scuderie di vertice.

A scendere in pista con l’approccio più aggressivo per il terzo fine settimana di gara del Campionato 2016, sempre secondo quanto comunicato da Pirelli, saranno i team McLaren, Williams e Haas F1. La squadra di Grove e la rivale americana hanno optato per soluzioni differenti per la propria coppia piloti: Valtteri Bottas ed Esteban Gutierrez hanno scelto 2 treni di medie, 4 di Soft e ben 7 di SuperSoft. Felipe Massa e Romain Grosjean sono stati ancora più estremi: solo 1 il set di Medium selezionato, a fronte dei 5 Soft e dei 7 SoperSoft.

Medesima la linea sposata da Jenson Button e Fernando Alonso: 2 soli i set di medie, 4 di Soft e 7 di SuperSoft. La scuderia più conservativa è stata a Sauber, con 5 mescole medie, 4 Soft e 4 SuperSoft.