Superbike: Marco Melandri nel mirino di Yamaha e Kawasaki

Marco Melandri
Marco Melandri (©Getty Images)

Marco Melandri è il grande assente del campionato Superbike 2016. Dopo un 2015 disastroso con l’Aprilia in MotoGP, ci si aspettava che nella categoria delle derivate di serie ci fosse un posto sicuro per lui dato che ha vinto 19 gare e conquistato 49 podi. Numeri importanti che certificano ancora di più l’assurdità della sua esclusione dal Mondiale.

Un ritorno in SBK per il pilota 33enne sarebbe stato auspicabile e il diretto interessato si era detto disposto a correre persino gratis, ma a suo avviso ci sono stati dei motivi politici e di passaporto dietro alla sua esclusione. Il ravennate avrebbe certamente elevato il livello del campionato e anche attirato maggiore interesse visto i grandi nomi non abbondano sulla griglia di partenza.

SBK: ipotesi Yamaha e Kawasaki per Marco Melandri

Se nel 2016 Marco Melandri è rimasto senza moto, è praticamente certo che nel prossimo anno sarà impossibile che il medesimo scenario si ripeta. Troppo rumore ha fatto la sua esclusione e troppo bisogno c’è di un pilota come lui per rendere più attrattiva una Superbike in cui le gare spettacolari non mancano, ma nella quale l’asticella si potrebbe elevare.

Secondo quanto rivelato Max Temporali nel suo blog ‘Piega e Spiega’ su Sportmediaset, lo sponsor Pata vorrebbe fortemente il ravennate in Yamaha nel 2017. Remo Gobbi, proprietario del noto marchio, è insoddisfatto dei risultatati che stanno ottenendo i piloti in sella alla R1. Nel mirino non c’è tanto Sylvain Guintoli, comunque sesto nella classifica mondiale, quando Alex Lowes. Il britannico è solo dodicesimo tra le due Aprilia e quindi sta deludendo, anche se del buon potenziale lo avrebbe per fare bene. Pata avrebbe già voluto un rider italiano quest’anno, ma l’operazione non si è concretizzata e l’anno prossimo potrebbe invece andare in porto.

Per Marco Melandri quello in Yamaha sarebbe un ritorno, dato che vi ha corso nel 2011 al primo anno in SBK giungendo secondo nel Mondiale. Ma l’anno prossimo potrebbe anche portare una novità. In Kawasaki, infatti, il clima tra Jonathan Rea e Tom Sykes non è dei migliori. Il secondo sembra stuzzicato dall’idea di andarsene, visto che il compagno è diventato il punto di riferimento del team. Si potrebbe quindi liberare un posto. E sempre per quanto riguarda la Kawasaki, nel 2017 potrebbe esserci l’approdo del team Puccetti (che rappresenta il marchio in Supersport e Superstock) in Superbike. La squadra italiana pensa proprio a Marco Melandri per affiancare il talentuoso turco Toprak Ratzgatlioglu.

Comunque per Marco Melandri possono essere aperte anche le porte di BMW e Ducati. Ci sono tante opzioni sul tavolo, bisognerà vedere come si evolverà la stagione per capire meglio quali caselle si possono liberare e favorire così il ritorno dell’ex campione del mondo della classe 250.