Andrea Dovizioso: “Iannone non mi ha chiesto scusa”

Andrea Dovizioso
Andrea Dovizioso (©Getty Images)

Il GP di Argentina sarà ricordato a lungo in casa Ducati per il contatto tra i due alfieri della Rossa e potrebbe segnare un motivo di svolta per il futuro di Andrea Dovizioso e Andrea Iannone.

A pochi metri dal traguardo finale il pilota di Vasto ha steso il compagno di squadra buttando al vento un doppio podio ormai assicurato. Il direttore sportivo Paolo Ciabatti ha commentato: “Un attacco del genere dal proprio compagno di squadra non deve accadere. Purtroppo è accaduto e abbiamo perso un grandissimo risultato”.

Se da un lato Dovizioso cerca di guardare i lati positivi del week-end in Argentina, dall’altro Iannone fa mea culpa e si assume ogni responsabilità. “La moto sta andando molto bene, questo week end è stato difficile per tutti. Abbiamo fatto un ottimo lavoro, alla fine di questa giornata potevamo avere due moto sul podio e io potevo essere ad un punto da Marquez. Iannone non è venuto nemmeno a chiedermi scusa, ma me lo aspettavo”, ha dichiarato Andrea Dovizioso come riportato da ‘Repubblica’.

La Ducati Desmosedici conferma di aver trovato il giusto feeling con le nuove gomme Michelin e la centralina unica. Ma nei prossimi giorni a tenere banco ai box di Borgo Panigale sarà l’incidente tra i due piloti: “Iannone dopo l’incidente? Non l’ho visto, né ci ho parlato, so che è stato convocato in Direzione Gara, ma non cambia tanto per me: quello che penso lo pensavo anche prima e questa è solo la conferma – ha aggiunto Andrea Dovizioso -. Avevamo una grossa chance, ma chi ha provato l’attacco lo ha fatto nel modo sbagliato”.

Andrea Iannone chiede scusa a distanza e sottolinea che presto lo farà di persona: “Sono molto dispiaciuto, non è quello che volevo fare, è un peccato. Non volevo scivolare, né prendere Dovizioso, mi dispiace per lui e per il team che sta lavorando duro. Appena vedrò Dovi mi scuserò con lui: ho frenato nel suo stesso punto, e mi si è chiuso l’anteriore che forse era sporco – ha ammesso il pilota abruzzese come riportato da ‘La Gazzetta dello Sport -. Mi spiace tantissimo, ne pagherò le conseguenze di certo perché ci sarà un provvedimento, non era mi intenzione privare la squadra di un doppio podio”.