MotoGP Argentina: tempi e ordine di arrivo. Vince Marquez, 2° Rossi

Valentino Rossi
Valentino Rossi (©Getty Images)

Si è concluso il Gran Premio di Argentina, seconda gara del campionato MotoGP 2016 disputato sul circuito di Termas de Rio Hondo. Lo spettacolo e le emozioni non sono mancate. Una corsa caratterizzata dall’obbligatorio cambio di pneumatici stabilito per metà gara a causa dello scoppio del pneumatico di Scott Redding. La Direzione Gara ha deciso di garantire massima sicurezza ai piloti.

A trionfare è Marc Marquez per distacco, la sua Honda sulla pista argentina si è mostrata particolarmente a suo agio. Decisivo il cambio moto, dato che prima era in bagarre con Valentino Rossi e al rientro in pista lo spagnolo è andato in fuga, mentre il Dottore ha perso terreno faticando molto e facendosi recuperare tantissimo da Maverick Vinales e dai due piloti ufficiali Ducati. A tre giri dalla fine il rider Suzuki è caduto. Al penultimo giro i ducatisti scavalcano il nove volte campione del mondo.

All’ultimo giro incredibile contatto tra Andrea Dovizioso e Andrea Iannone con Valentino Rossi che ne approfitta per arrivare secondo, completa il podio Daniel Pedrosa. Ritiro per Jorge Lorenzo, caduto quando mancavano 15 giri alla fine. Il campione del mondo in carica e vincente in Qatar nella gara inaugurale del campionato è stato in difficoltà fin da subito. Ritirato anche Scott Redding con la Ducati del team Pramac mentre era 5°, problemi alla sua moto.

Sorprendenti i posizionamenti di Eugene Laverty, Hector Barbara e Stefan Bradl, ma considerato che al traguardo sono arrivato solamente in tredici e dunque è stato più facile per loro. Bravi comunque a rimanere in sella alla loro moto e a non cadere, differentemente da altri colleghi. Incredibile che la zona punti, che comprende le prime 15 piazze, non sia stata completata. Un segnale delle difficoltà odierne.

MotoGP Argentina: tempi e ordine di arrivo

POS # PILOTA GAP
1
93
M. MARQUEZ
34:13.628
2
46
V. ROSSI
+7.679
3
26
D. PEDROSA
+28.100
4
50
E. LAVERTY
+36.542
5
8
H. BARBERA
+36.711
6
44
P. ESPARGARO
+37.245
7
6
S. BRADL
+41.353
8
38
B. SMITH
+50.709
9
53
T. RABAT
+50.983
10
19
A. BAUTISTA
+1:01.388
11
41
A. ESPARGARO
+1:08.868
12
51
M. PIRRO
+1:18.987
13
4
A. DOVIZIOSO
+1:33.419
RT
29
A. IANNONE
33:57.213
RT
35
C. CRUTCHLOW
33:50.454
RT
25
M. VIÑALES
29:15.756
RT
45
S. REDDING
26:33.059
RT
76
L. BAZ
21:23.722
RT
99
J. LORENZO
8:35.054
RT
43
J. MILLER
5:40.140
RT
68
Y. HERNANDEZ
3:30.785