MotoGP Argentina, Jorge Lorenzo: “Pronti a combattere”

Jorge Lorenzo
Jorge Lorenzo (©Getty Images)

Jorge Lorenzo ha riportato una caduta senza conseguenze rilevanti nelle FP4 e partirà dalla terza piazza nel GP di Argentina. Nella giornata di sabato anche Marc Marquez è caduto alla stessa curva del connazionale, mentre la gomma di Scott Redding è esplosa, mettendo in allarme il fornitore Michelin che visionerà rigorosamente la pressione dei pneumatici.

Il campione in carica può ritenersi soddisfatto della prima fila e domani sarà battaglia aperta con Rossi e Marquez, non senza guardarsi le spalle dalle Ducati ufficiali. “Oggi abbiamo ottenuto una giornata complessivamente migliore e abbiamo potuto apportare alcuni miglioramenti importanti con il set up – ha dichiarato Jorge Lorenzo -, in particolare la pista è migliorata molto e quindi abbiamo avuto una buona prima sessione. Purtroppo nel pomeriggio durante le FP4 sono caduto e così abbiamo perso la possibilità di scambiare le moto in qualifica”.

Eppure il maiorchino della Movistar Yamaha è riuscito a guadagnarsi la terza posizione e potrà giocarsela alla pari con Valentino Rossi e Marc Marquez: “Ma nonostante questo la prima fila era l’obiettivo principale e siamo riusciti a conquistarla, quindi sono abbastanza soddisfatto. Vediamo cosa succede con l’allocazione delle gomme per la gara, ma credo che siamo pronti a combattere. Vorrei forse utilizzare le gomme medie. Se dobbiamo andare con l’opzione più dura avremo meno grip ma faremo bene”.

Del resto il tracciato argentino e quello di Austin sono piste favorevoli alle Honda, quindi sarà importante quantomeno puntare al podio. La vittoria dipenderà soprattutto dalle mescole e dalle condizioni della pista: “Per i piloti non è la situazione migliore, perché abbiamo visto tre piloti che hanno avuto problemi con le gomme – ha concluso Jorge Lorenzo -. Seguiremo da vicino. Questo non deve accadere di nuovo, perché è molto pericoloso”.