MotoGP Argentina, Marc Marquez: “Sabato giornata decisiva”

Marc Marquez
Marc Marquez (©Getty Images)

Marc Marquez segna il miglior tempo nelle prove libere del venerdì al GP di Argentina. Il fenomeno di Cervera ferma il cronometro in 1’41″579 al 15esimo passaggio della seconda sessione e torna a guardare dall’alto la classifica, seguito dal compagno di squadra Dani Pedrosa.

Marquez si dice soddisfatto di questo primato provvisorio anche se prevede, come molti piloti, un cambio di condizioni climatiche già dalle terze libere del sabato, quando potrebbe cadere la pioggia: “Oggi è stata una giornata po’ strana, ma la sensazione era buona e, alla fine, abbiamo fatto il primo tempo. Credo che le condizioni cambieranno durante il fine settimana, anche perché dalla prima alla seconda sessione di libere l’asfalto è mutato tanto. Le condizioni della pista sono peggiori rispetto alla passata stagione e i tempi sono molto lontani da quelli del 2015. Ma è la stessa cosa per tutti e noi cercheremo di adattarci al meglio”.

Il segreto per la vittoria in Argentina sarà migliorare step by step e trovare il giusto assetto, ma per avere un’idea più chiara bisognerà attendere le qualifiche del sabato e capire le condizioni meteo della domenica per poter scegliere la mescola più adatta: “Al momento le gomme dure funzionano molto bene per me. Con queste sono costantemente in movimento, sono un’opzione per la gara – ha detto Marc Marquez -. Ma dobbiamo ancora aspettare sabato prima di prendere la decisione”.

 

Le sensazioni di Pedrosa

Può ritenersi abbastanza soddisfatto anche Dani Pedrosa, pur consapevole che gli equilibri in pista potranno cambiare repentinamente e in base alle condizioni del tempo e della pista: “Oggi abbiamo lavorato con la pista asciutta, era molto caldo e l’asfalto era sporco, condizioni non ottimali. Abbiamo cercato di provare tutte le gomme da asciutto e diversi assetti. In termini di sensazioni abbiamo fatto dei passi in avanti ma necessitiamo di migliorare ancora – ha ammesso Pedrosa -; i tempi sono relativi ma se le condizioni dovessero migliorare tutto potrebbe anche mutare. Sono soddisfatto della mia posizione delle prime libere e cercherò di fare meglio domani anche su eventuale pista bagnata”.