Tesla Model 3: la prima elettrica compatta “economica” (VIDEO)

(© Getty Images)
(© Getty Images)

E’ stata finalmente presentata la Tesla Model 3, la nuova compatta della factory californiana che promette di scrivere un nuovo capitolo nella storia della propulsione elettrica. L’evento, atteso in tutto il mondo e preceduto da un grande battage, si è svolto presso il Tesla Design Studio di Hawthorne.

Il modello, annunciato già nel 2014 dal marchio creato da Elon Musk diventato negli anni un must fra gli appassionati di veicoli elettrici (ed eco-friendly in generale), si propone come pioniere dell’era delle elettriche di massa e low cost.

Il corpo vettura di questa quattro porte compatta è realizzato con l’impiego di acciaio e alluminio a seconda delle diverse zone della scocca, e si caratterizza per le linee esterne – opera dello staff di progettisti guidati dal responsabile Design per Tesla, Franz von Holzhausen – piuttosto proporzionate. Il profilo è levigato, con un cofano motore sinuoso e un muso che non presenta alcuna griglia o mascherina identificativa.

La nuova Model 3 ripropone  la soluzione del tetto panoramico in cristallo che costituisce un pezzo unico fra parabrezza e lunotto e il doppio vano di carico (anteriore e posteriore). Elon Musk parla, a questo proposito, di “più capacità di trasporto rispetto a qualsiasi vettura ‘tradizionale’ di pari dimensioni”.

All’interno, la nuova Tesla Model 3 si distingue per una buona capienza dell’abitacolo, progettato per ospitare cinque persone nel massimo comfort,  grazie anche a una serie di dispositivi di guida autonoma. L’impostazione della plancia svela un ampio display touchscreen disposto in orizzontale: sarà questo, con tutta probabilità, il “cuore” tecnologico della vettura.

 

I “numeri” della Tesla Model 3

L’elemento che più caratterizza questa nuova Tesla è però ovviamente il sistema di propulsione. La versione base accelera da 0 a 60 miglia all’ora (0-96 km/h) in meno di 6 secondi, è predisposta per la carica veloce ed equipaggiata con l’Autopilot, già predisposto per la guida autonoma. Verrà costruita in 500 mila esemplari all’anno dello stabilimento di Freemont, mentre alle batterie provvederà la nuova Gigafactory del Nevada.

La nuova Tesla Model 3 promette un’autonomia di 215 miglia (poco meno di 350 km), anche se è già stato annunciato che la percorrenza salirà addirittura a 300 miglia, cioè circa 480 km. E, per assicurare un’ottimale modularità di funzionamento, ogni esemplare sarà consegnato con il modulo di carica “Supercharging”, che permetterà all’automobilista di ricaricare le batterie presso uno degli “hub” previsti (per il 2017, al momento del lancio ufficiale, Tesla assicura che ci saranno 7.200 “Supercharger”, cifra praticamente doppia rispetto a oggi).

La Tesla Model 3 sarà messa in produzione all’inizio del 2017. Nel frattempo, proseguono le preordinazioni che si sono aperte ufficialmente ieri (ne sono già state raccolte 115mila), con un prezzo base di 35.000 dollari (gli acquirenti potranno contare in ogni caso sugli incentivi Usa, che arrivano a 7.500 dollari). Considerando che l’anticipo richiesto è di 1000 dollari, nelle casse di Tesla sono già finiti oltre 130 milioni di dollari. Le prime consegne avverranno a fine 2017, e dopo qualche settimana la vettura “sbarcherà” in Europa: i primi esemplari raggiungeranno l’Italia nei primi mesi del 2018. Il prezzo di vendita riguardo al mercato italiano è ovviamente ancora top secret.