MotoGP Argentina, Valentino Rossi: “Non bisogna sbagliare gomma”

Valentino Rossi
Valentino Rossi (©Getty Images)

Quella di oggi per Valentino Rossi è una giornata speciale visto che si tratta del 20° anniversario del suo debutto nel Motomondiale, avvenuto nella classe 125 in sella ad una Aprilia. E’ il pilota più vecchio della griglia e in questi anni ha vissuto ogni cambiamento regolamentare e non riuscendo a mantenere sempre un buon livello di competitività, eccezion fatta per il periodo biennale in Ducati.

Ma per il nove volte campione del mondo non è tempo di festeggiare, domani infatti si parte con i primi turni di prove libere del Gran Premio d’Argentina. Il suo intento è quello di migliorare il risultato ottenuto nella gara di apertura del campionato MotoGP 2016 in Qatar, un quarto posto che non lo ha soddisfatto pienamente.

Valentino Rossi sul GP d’Argentina

Oggi si è tenuta la classica conferenza stampa con protagonisti i vari piloti più importanti della classe regina del Motomondiale. Tra loro non poteva mancare Valentino Rossi, il quale si è così espresso facendo innanzitutto riferimento alla gara di Losail: “Alla fine della gara non è stato poi così male – riporta MotoGP.com -. Da un lato ero molto felice perché ho potuto rimanere nel primo gruppo e la gara è stata abbastanza veloce. Purtroppo non ho potuto arrivare sul podio, che era il mio obiettivo. Abbiamo bisogno di fare meglio per migliorare e diventare più competitivi e più forti. Bisogna concentrarsi e fare anche la scelta giusta sulle gomme per domenica”.

In Qatar il Dottore aveva optato su una gomma più dura e la scelta non ha pagato, visto che chi ha scelto quella più morbida ha avuto un rendimento migliore. Dunque a Rio Hondo il suo box non dovrà sbagliare. Valentino Rossi ha terminato sempre nella Top 4 il GP d’Argentina ed è ottimista anche per questa corsa: “Speriamo nel bel tempo, mi piace la pista. Ha un layout divertente, medio-veloce ed è abbastanza tecnica. L’anno scorso è stato un grande risultato, ma anche l’anno prima non era così male. Ma sembra che quest’anno abbiamo un sacco di moto e piloti che sono veloci, quindi abbiamo bisogno di trovare qualcosa di più “.