F1, Vettel: “Ferrari competitiva. Deluso dalle nuove qualifiche”

Sebastian Vettel
Sebastian Vettel (©Getty Images)

Questo week-end sarà molto caldo per la Formula1, non solo perché si corre in Bahrain, ma anche perché c’è molta curiosità di vedere se Sebastian Vettel e in generale la Ferrari sarà all’altezza della Mercedes come avvenuto in Australia. Questo duello può essere il leitmotiv del campionato, ma serviranno un po’ di gare per capire quali sono effettivamente i valori in pista.

Non c’è poi da dimenticare il tema delle nuove qualifiche, che a Melbourne sono state bocciate praticamente all’unanimità e che vengono riproposte anche a Sakhir nella speranza che l’indice di gradimento possa salire. C’è molto scetticismo in merito e ci si domanda qualche sarebbe la formula migliore da adottare in futuro.

 

Preview GP Bahrain: parla Sebastian Vettel

Sebastian Vettel in questo giovedì alla vigilia delle prime sessioni di prove libere è tornato a parlare proprio del nuovo format delle qualifiche, sul quale si era già espresso negativamente nel corso del week-end australiano. La sua posizione non è mutata: “Sono deluso come tutti quelli che conosco di non essere tornati di nuovo al vecchio sistema di qualifica – si legge su Speedweek – . Sono davvero sorpreso. Ma lasciatemi dire questo: se hai un negozio di gelati che vende solo vaniglia, ma i clienti chiedono cioccolato, è ovvio che poi dovrai vendere cioccolato. Se vendi ancora vaniglia, non va bene. Di solito si fa quello che i clienti vogliono, ma se si fa l’esatto opposto è qualcosa di cui non si dovrebbe andare orgogliosi”.

Il suo è un altro duro attacco ai vertici della F1, prendendo le difese sia dei piloti che del pubblico, il quale non si può godere un vero spettacolo in pista. Una volta c’era suspence fino all’ultimo secondo per la pole position, adesso la sessione termina perfino con qualche minuto di anticipo. Il tedesco non cerca nuove formule, si accontenta di tornare al format 2015.

Si passa porti a parlare del Gran Premio di Sakhir e Sebastian Vettel mostra del moderato ottimismo: “L’anno scorso siamo stati competitivi  e presumo che ciò accadrà di nuovo. Siamo più forti rispetto a un anno fa. Per quanto riguarda le gomme abbiamo strategie diverse, il tempo è sempre un po’ folle. Comunque è difficile dire dove saremo in termini di competitività”.

 

Preview GP Bahrain: parla Kimi Raikkonen

La parola passa anche a Kimi Raikkonen, protagonista di uno sfortunato ritiro in Australia e deciso a riscattarsi a Sakhir: “L’anno scorso non era così male per noi, ma ora è un nuovo anno, le macchine sono nuove e dobbiamo vedere. Mercedes sarà veloce e anche gli altri. L’obiettivo è fare il meglio possibile, nell’ultima gara stavo andando bene. Speriamo di poter combattere di nuovo. Naturalmente io preferirei non avere problemi, ma queste cose accadono a volte. Non è solo sfortuna, significa che c’è qualcosa da risolvere”.

Al finlandese è stato poi chiesto se la Ferrari quest’anno può lottare con la Mercedes. Questa è stata la sua risposta: “Questo è l’obiettivo, ma naturalmente abbiamo ancora del lavoro da fare. Siamo abbastanza soddisfatti della posizione da cui siamo partiti. Ma non saremo mai completamente soddisfatti fino a quando non saremo sempre davanti”.