Michele Pirro: “In Argentina voglio fare il pilota”

Michele Pirro
Michele Pirro (©Getty Images9

Nel GP di Argentina Michele Pirro, collaudatore Ducati, prenderà il posto dell’infortunato Danilo Petrucci in sella alla GP15 del team Octo Pramac Yakhnich al fianco di Scott Redding. Il pilota pugliese sarà sicuramente in pista anche la prossima settimana sul circuito di Austin e fino a quando Petrux non sarà al 100% della forma fisica.

Il pilota umbro ha rimediato una brutta caduta durante l’ultima giornata di test invernali, è stato operato alla mano destra a Melbourne ed ha voluto essere ad ogni costo in pista nel primo appuntamento del 2016 in Qatar. Una decisione costatagli molto cara visto che al termine delle prove libere 3 ha dovuto dare forfait, è stato costretto ad un nuovo intervento e il suo ritorno in pista resta ancora incerto.

Al suo posto ci sarà Michele Pirro, anche se in molti si attendevano di rivedere Casey Stoner. Il pilota pugliese si è sempre dimostrato all’altezza della situazione ogni qualvolta è stato chiamato all’appello: “Sono parte di Ducati e cercherò di dare il massimo anche per il team Pramac con una moto, la GP 15, che va molto forte”, ha detto Pirro in un’intervista a Motogp.com. Del resto per lui erano già previste diverse wild card: “Come lo scorso anno correrò al Mugello, a Valencia e a Misano oltre alle mie gare da sostituto con Pramac”.

In Argentina dovrà lavorare su due fronti: fare il pilota vero e proprio cercando un buon piazzamento finale e contribuire allo sviluppo della moto satellite: “Spero di fare, tra virgolette, più il pilota. Mi piacerebbe capire quello che posso mettere in campo durante la gara. È naturale che da uomo Ducati seguo le direttive del team, però mi piacerebbe fare le gare sostituendo Danilo per migliorare le mie sensazioni e mettere in pratica la velocità piuttosto che concentrarmi sullo sviluppo. Correrò con una moto che ha già una buona base – ha concluso Michele Pirro – e spero di riuscire a dedicarmi di più alla prestazione. Diverso invece quando sarò sulla Desmosedici GP, una moto che deve crescere sempre. In Argentina mi piacerebbe prendere confidenza il prima possibile, lavorare con Pramac e fare un buon risultato”.