F1, Lewis Hamilton: “La Ferrari potrebbe starci davanti”

Lewis Hamilton
Lewis Hamilton (©Getty Images)

Lewis Hamilton si accinge ad affrontare il GP del Bahrain non senza una certa dose di paura nei riguardi della Ferrari, che a suo dire “potrebbe starci davanti”. Il pilota della Mercedes appare preoccupato e al tempo stesso stimolato dai progressi di cui ha dato prova la scuderia di Maranello: “Ho buone sensazioni – confida – , ma Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen sono veloci”.

Il campione del mondo in carica della F1 si dice “emozionato al pensiero di avere altre gare come quella di Melbourne”. “Ci saranno altri weekend in cui saremo a pochi secondi dalla Ferrari, gare in cui saremo ruota a ruota e gare dove potrebbero essere davanti. Quando accadrà non lo sapremo e questo è eccitante”, dichiara il fuoriclasse presentando sul sito della Mercedes la gara di Sakhir. “Ho buone sensazioni, sono stato davanti a tutti per tutto il fine settimana fino a quando è iniziata la gara. Quindi sono fiducioso in vista del Bahrain, dove ho vinto nelle ultime due stagioni. Ripetere lo stesso risultato sarebbe grande”.

 

La proposta di Hamilton

Lewis Hamilton torna poi sulle novità regolamentari introdotte, e in particolare sulle tanto discusse qualifiche a eliminazione: “C’è stato un gran parlare di regole e penso che i piloti dovrebbero essere maggiormente coinvolti nel processo decisionale – sostiene – . Non spetta a noi elaborare idee, ma abbiamo le nostre opinioni. Personalmente penso che abbiamo bisogno di più aderenza meccanica e meno scia che venga fuori dalla parte posteriore delle vetture in modo che possiamo avvicinarsi e superare. Non ha senso darci una penalità di cinque secondi sul giro. Noi dobbiamo solo guidare più veloce”. “Io – conclude il pilota anglocaraibico – parlo come qualcuno che ama questo sport e ama le corse, ma so che i cambiamenti che sono stati introdotti non ci daranno corse migliori”.

Anche il team principal della Mercedes Toto Wolff si dice favorevole ad archiviare l’esperienza delle qualifiche ad eliminazione: “Non abbiamo trovato il format giusto e con queste modifiche è difficile immaginare come le qualifiche possano essere più attraenti per il pubblico che assisterà al Gp del Bahrain – dichiara – . Questa materia è sotto esame, serve un’attenta riflessione per fare dei passi avanti rispetto alla situazione attuale. I tifosi vogliono gare più serrate dotate di un format comprensibile e che abbia i piloti e le auto più forti. Dobbiamo esser capaci di dare tutto questo al pubblico che ci guarda in tribuna e a quello che ci segue da casa”. Chissà che in futuro qualcuno non gli dia ascolto…