F1, Nico Rosberg: “Non penso al titolo, è presto”

Nico Rosberg
Nico Rosberg (©Getty Images)

Nico Rosberg ha cominciato il campionato di Formula1 2016 come meglio non poteva, cioè vincendo il Gran Premio d’Australia che ha inaugurato la nuova stagione. Un successo frutto sia di un po’ di fortuna e sia di una strategia azzeccata da parte della Mercedes. Per lui è stata un’affermazione importante, perché mettere subito dietro rivali del calibro di Lewis Hamilton e Sebastian Vettel dà sempre molta soddisfazione.

Il prossimo appuntamento è in Bahrain e il figlio d’arte intende ripetersi per dimostrare che, dopo due secondi posti consecutivi in classifica, è finalmente venuta l’ora per lui di vincere il titolo. E’ sempre stato considerato un buonissimo pilota, ma è gli è mancato quel qualcosa in più per riuscire ad avere la meglio su un campione come il compagno e rivale di box.

Nico Rosberg non si adagia

Il pilota tedesco ha cominciato il 2016 come ha finito il 2015, vincendo, ma non guarda troppo al passato e non si adagia sugli allori dopo il trionfo di Melbourne: “Cerco sempre di guardare indietro – riporta Marca – e analizzare le mie esperienze per vedere se qualcosa può essere utile a me, ma in questa stagione abbiamo iniziato da zero per tutti, quindi non ci penso alla scorsa stagione”.

Nico Rosberg è sicuramente soddisfatto della performance in Australia, però è consapevole che non deve abbassare la guardia e che c’è ancora molto da fare per riuscire a conquistare la corona iridata: “E’ stata la prima gara dell’anno, ho vinto, fantastico, ma c’è ancora molta strada da fare e io non sono sopraeccitato. Ci sono 21 gare e ne mancano 20 per finire, sono molte ancora”.

Il due volte vice-campione è concentrato sul futuro: “Non riesco ancora a pensare al campionato, anche se sono felice di aver vinto Hamilton e le due Ferrari, e spero di avere quella stessa battaglia nelle prossime gare. Spero di uscirne vincente”. Nico Rosberg sa chi sono i suoi principali ostacoli nella corsa al titolo e vuole dare il massimo per batterli.