MotoGP, Casey Stoner: “Ducati più forte dell’anno scorso”

Casey Stoner
Casey Stoner (© Getty Images)

Casey Stoner ha tenuto due giorni di test privati per Ducati sul circuito di Losail, per sviluppare la Ducati GP16 che ha dimostrato un grande potenziale nel primo GP del Qatar. L’ex campione australiano ha analizzato la prima tappa del Motomondiale, ha fatto i complimenti al suo team e al nuovo fornitore di pneumatici Michelin in un’intervista a Crash.net.

Il due volte iridato ha deluso le attese dei tifosi che avrebbero voluto vederlo in pista al posto di Danilo Petrucci, ma evidentemente correre con la Ducati dell’anno scorso era un azzardo forzato. In Argentina e in Texas sarà il collaudatore Michele Pirro a prendere il posto dell’infortunato Petrux. Casey Stoner si è detto poco meravigliato per l’andamento della prima gara a Losail e ritiene che le Desmosedici possa migliorare ulteriormente.

“Nel complesso, la gara è stata come mi aspettavo, con nessun pilota in fuga, anche se Jorge a fine gara ha fatto quello che sa fare meglio. Un sacco di gente ha fatto errori andando troppo largo, ma credo che la Michelin ha dimostrato quanto possa essere competitiva”, senza far rimpiangere troppo le vecchie ma ben collaudate Bridgestone. “Alcune persone si lamentano, ‘non posso andare in un angolo allo stesso modo con cui andavo con le Bridgestone’. Va bene, ma hanno altri vantaggi, quindi cerchiamo di usare quelli”.

A rovinare la gara del Qatar ha contribuito Andrea Iannone che nelle fasi iniziali è caduto proprio mentre era in lotta per la testa del gruppo: “Sono molto dispiaciuto per Iannone che è caduto fuori. Ha mostrato il passo per tutto il weekend e credo che sarebbe stato un concorrente per la vittoria”. Una vittoria che in casa Ducati manca dal 2010, conquistata proprio da Stoner a Phillip Island: “Penso che la Desmosedici ha avuto una buona possibilità di vincere qui se le cose fossero andate un po’ diversamente e abbiamo margini di miglioramento”.

L’obiettivo del suo lavoro, infatti, è rendere più prestante la GP16 e conquistare almeno una vittoria in questa stagione: “Questo è qualcosa che stiamo cercando di fare in questi test; trovare un paio di cose che i ragazzi possono usare, senza dover perdere tempo durante il test di un weekend di gara… Ducati ha iniziato bene qui l’anno scorso – ha concluso Casey Stoner -, ma come pacchetto complessivo della moto si sente più forte quest’anno, quindi questo è un buon inizio”.