MotoGP Yamaha: Wilco Zeelenberg svela l'”arma segreta” di Lorenzo

Jorge Lorenzo
Jorge Lorenzo (© Getty Images)

Il campione del mondo della MotoGP Jorge Lorenzo ha conseguito una spettacolare (e meritata) vittoria nel round inaugurale della stagione 2016 in Qatar. Ed è a quella gara che bisogna guardare, spiega il team manager della Yamaha Wilco Zeelenberg, per capire quali siano i punti di forza del maiorchino.

Lavorando al suo fianco dall’ormai lontano 2010, Zeelenberg può senz’altro spiegare meglio di chiunque altro cosa ci si debba aspettare dal fuoriclasse della Casa dei tre diapason nel corso del Campionato che è appena cominciato nel segno dei cambiamenti a livello di pneumatici e centralina unica.

 

Lorenzo visto da Zeelenberg

A colloquio con Speedweek.com, il manager ha spiegato che “nonostante le tante novità in arrivo quest’anno, per noi la stagione è iniziata abbastanza bene”, anche perché “siamo riusciti abbastanza facilmente a trovare soluzioni rapide ai nostri problemi”. Soprattutto grazie “ai tanti uomini impiegati dal team a questo scopo”.

A infondere fiducia in Wilco Zeelenberg è naturalmente la performance di Lorenzo nella gara d’esordio sul circuito di Losail. Nonostante la forza delle squadre rivali, e in particolare della Ducati, “l’accelerazione di Jorge è stata molto buono. E questa è una delle ragioni per cui è stato in grado di vincere questa gara”.

La Rossa di Borgo Panigale si è mostrata particolarmente “aggressiva” sul rettilineo, tanto che più volte Lorenzo ne è stato insidiato, ma grazie alla capacità di accelerazione (soprattutto in uscita di curva) e al vantaggio in termini di grip lo spagnolo è riuscito – almeno per ora – a difendere il suo primato. “Andrea Dovizioso ha certamente fatto bene in dirittura”, ammette Zeelenberg, “ma non è bastato per il sorpasso”. Detto questo non è il caso di dormire sugli allori, visto che al prossimo appuntamento si presenterà una Ducati più consapevole dei suoi punti deboli (e verosimilmente attrezzata per correggerli) e un Valentino Rossi più determinato che mai a prendersi la rivincita sul team mate. La vera sfida per Zeelenberg e Lorenzo comincerà allora.