MotoGP, Casey Stoner: “Non voglio sostituire Petrucci”

Casey Stoner
Casey Stoner (©Getty Images)

Casey Stoner butta subito acqua sul fuoco e spegne gli entusiasmi dei tanti tifosi che avrebbero voluto rivederlo in gara al posto dell’infortunato Danilo Petrucci. Il bicampione australiano quest’oggi terminerà i due giorni di test a Losail per cercare di perfezionare la Ducati GP16 che è sembrata in gran forma nel primo Gran Premio e assicura di non voler tornare in pista, almeno per il momento…

In casa Ducati il week-end è stato onorato al meglio con il secondo posto di Andrea Dovizioso, ma dispiace per la caduta di Andrea Iannone e dell’infortunio di Danilo Petrucci che è stato nuovamente operato alla mano destra per aver accelerato troppo i tempi di recupero. Il pilota umbro del team Pramac Racing, infortunatosi nei test di Phillip Island, non voleva mancare al primo appuntamento stagionale, nonostante l’intervento chirurgico subito meno di un mese prima. Ma dopo le prove libere è arrivata la triste sentenza e con ogni probabilità salterà anche le prossime due tappe in Texas e Argentina.

 

L’australiano non sostituirà Petrux

In molti avevano ipotizzato una sostituzione con Casey Stoner, e Petrux sembrava felice di cedergli il posto, ma il collaudatore della Ducati ha escluso la possibilità di un ritorno in pista fra meno di due settimane. Preferisce restare un collaudatore, o forse la GP15 del team satellite non rappresenta una valida opportunità per ritornare in gara… Fino a quest’oggi girerà a Losail con la GP16: “Avessi girato anche due settimane fa il raffronto sarebbe più vero, ma anche così posso dire che è proprio un’altra cosa: hanno fatto una gran moto”, ha detto Stoner al termine della prima giornata di test.

Domenica l’australiano era ai box per assistere da vicino alla gara vinta dalla Yamaha di Jorge Lorenzo: “Sono tutti piuttosto vicini, ma non ci si può permettere di lasciare che Lorenzo stia in testa in maniera così agevole. Ma anche la Ducati mi è piaciuta, la squadra può crescere molto”, ha aggiunto in un’intervista riportata da ‘La Gazzetta dello Sport’. Ma nessuna intenzione di sostituire Danilo Petrucci: “Anche se me lo dovessero chiedere, la risposta credo che sarà la stessa: no”.

Ai microfoni di BT Sport Stoner ribadisce di non aver avanzato alcuna richiesta per tornare in sella a una MotoGP: “Sono concentrato sul mio lavoro di test driver in questo momento e onestamente non ho in programma di correre gare in futuro. Ho l’opzione per poter fare qualche wild card o sostituire qualche pilota però non ho avanzato nessuna richiesta e probabilmente non la avanzerò nemmeno in futuro. E’ vero che lo scorso anno chiesi alla Honda di sostituire Pedrosa ad Austin ma solamente perché lo scorso anno feci quella mossa non significa che deve accadere ora – ha aggiunto Casey Stoner -. Ora il mio obiettivo è solamente quello di sviluppare il potenziale della Ducati come test driver. Il resto sono solo speculazioni”.