Jorge Lorenzo trionfa in Qatar: “Una delle migliori gare”

JOrge Lorenzo vince GP Qatar 2016
Jorge Lorenzo (©Getty Images)

Jorge Lorenzo inizia il nuovo Mondiale MotoGP come aveva terminato l’anno scorso. Il maiorchino della Yamaha agguanta un trionfo che è sembrato quasi scontato sin dalle prime prove libere, seppur insidiato non poco dalle Ducati velocissime sul rettilineo finale. La caduta di Andrea Iannone ha agevolato il trionfo finale.

La scelta della gomma morbida al posteriore, decisa all’ultimo istante, sembra essere stata la decisione strategicamente vincente. La stessa mescola che hanno utilizzato Andrea Dovizioso e Andrea Iannone, al contrario di Marc Marquez e Valentino Rossi, leggermente più distaccati dalla zona podio.

“Durante il warm-up non ero molto veloce, ho avuto molti problemi a tenere il ritmo alto, mentre Maverick con la gomma morbida stava diventando più veloce. Alla fine ho deciso per le gomme morbide. In teoria, una gomma morbida dovrebbe rallentare nelle fasi finali della gara, ma è stato il contrario – ha confessato Jorge Lorenzo al termine del GP -. Il rendimento delle gomme era impressionante e anche la velocità con cui sono stato in grado di guidare negli ultimi due giri”.

“Siamo lì, in prima posizione, senza troppa fatica e guidando in maniera perfetta. Per me questa gara è stata una delle migliori di tutta la mia carriera… Abbiamo preso la decisione di mettere la gomma posteriore morbida, perché con quella dura non eravamo così veloci… Mi sento molto orgoglioso della mia guida e della mia gara e anche del lavoro fatto dalla squadra, perché abbiamo messo insieme l’elettronica e il setting della moto in maniera ottimale”.

Ma guai ad abbassare la guardia perchè nello specchietto retrovisore ci sono le Ducati che sui rettilinei sono fulminanti: “Vedere Dovizioso più veloce di Marquez non è una cosa molto comune, ma è accaduto e forse la velocità massima li ha aiutati molto – ha concluso Jorge Lorenzo -. Bisognerà stare attenti ai lunghi rettilinei”.

Sul podio di Losail il campione del mondo ha festeggiato con il gesto della bocca cucita, il cui significato sembra al momento indecifrato: “Il gesto bocca chiusa? Un gesto vale più di tante parole, ognuno faccia la sua riflessione…”. Interpellato sull’argomento Valentino Rossi ha affermato: “Non penso che ce l’avesse con me”.