Jorge Lorenzo, il manager: “Ducati interessata, Rossi non influirà”

Jorge Lorenzo
Jorge Lorenzo (©Getty Images)

Il campionato MotoGP 2016 è cominciato all’insegna di Jorge Lorenzo. Il campione del mondo in carica in occasione del Gran Premio del Qatar ha ripreso da dove aveva finito il 2015, ovvero vincendo. Una grande prova di forza la sua, contro avversari che hanno dato il massimo per riuscire a strappargli la vittoria senza però riuscirci.

Quello di Jorge Lorenzo è stato un forte segnale nei confronti dei suoi concorrenti per il titolo, in particolare verso i compagno di squadra Valentino Rossi, ma anche per la Yamaha. La casa di Iwata, a sorpresa, prima del GP ha annunciato il rinnovo biennale del pilota italiano e adesso ci si chiede se anche lo spagnolo prolungherà il suo contratto oppure deciderà di tentare una nuova avventura altrove dal 2017.

 

Jorge Lorenzo in Ducati? Parla il manager

Si sa che la Ducati lo vuole fortemente e ha già l’offerta pronta, anche se da Borgo Panigale giungono smentite continue. Probabilmente Jorge Lorenzo, a seguito dell’accordo della Yamaha con Valentino Rossi, è ancora più tentato a cambiare aria. Però vorrà valutare il valore della moto rossa nelle prossime gare per decidere se rischiare o meno un’avventura in quel team nel quale il suo attuale compagno di box non riuscì a vincere, anche se in condizioni completamente diverse da quelle attuali.

Valentino Rossi si è detto convinto che il maiorchino alla fine non cambierà squadra. A tal proposito Alberto Valera, rappresentante di Jorge Lorenzo, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni ai microfoni di AS: “Le parole di Rossi non influenzeranno la scelta di Jorge. Si trova nella situazione che volevamo, ovvero avere sul tavolo l’offerta della Yamaha e poter studiare in tranquillità cosa fare. L’offerta della Ducati non c’è, ma sappiamo del loro interesse”.

Da Borgo Panigale non è stati smentito l’interesse verso il campione del mondo in carica della MotoGP, però è sempre stato ribadito che non è mai stata fatta alcuna proposta contrattuale in queste settimane. Il team italiano vorrà anche valutare i propri piloti, Andrea Iannone, e Andrea Dovizioso, entrambi in scadenza, per poi decidere se rinunciare a uno dei due per fare spazio a un nuovo arrivo.