F1, Sebastian Vettel: “Possiamo mettere pressione alle Mercedes”

Sebastian Vettel
Sebastian Vettel (©Getty Images)

 

Il vantaggio della Mercedes è evidente e innegabile, ma la Ferrari è partita con il piede giusto e può farsi valere di qui alla fine del Campionato. E’ questa la “lezione” appresa da Sebastian Vettel all’indomani del GP d’Australia di Formula 1. E già con l’appuntamento del Bahrein il tedesco coglierà una prima occasione per metterla in pratica.

 

Sulla strada giusta

Il terzo posto ottenuto ieri da Sebastian Vettel dietro al connazionale Nico Rosberg e al britannico Lewis Hamilton non può che confermare la competitività della Rossa di Maranello, al netto del rammarico per l’occasione persa. Per 34 lunghi giri la Ferrari è stata davanti alle Mercedes. E per tanti motivi (caso, sfortuna, errori, e così via) non ha vinto. Ma sarebbe sbagliato fermarsi al risultato, perché a decidere sono stati gli episodi più che i cavalli del motore. Ecco allora l’importanza della prossima gara quale banco di prova e spazio di confronto con le prestazioni delle frecce d’argento.

“Questa è la macchina giusta per mettere pressione alle Mercedes, siamo sulla strada giusta”, assicura Vettel all’indomani della sfida australiana, come riporta la Gazzetta dello Sport. Certo, resta ancora da verificare che il (presunto) problema al turbo che ha messo letteralmente “ko” Kimi Raikkonen non sia qualcosa di cui allarmarsi, e da capire fino a che punto siano sbilanciati i rapporti di forza con le Frecce d’argento a parità di mescola di gomma per tutto un weekend. Ma, come si diceva, l’appuntamento è solo rimandato di due settimane in Bahrein. Quando le qualifiche torneranno al passato (il nuovo format a eliminazione è stato un flop clamoroso ed è già stato bocciato) e – si spera – lo spettacolo resterà lo stesso di questo inizio incoraggiante per la Ferrari. Battuta pesantemente ai box, non in pista, e ancor più determinata a farsi valere. La sfida alla Mercedes riparte da lì.