MotoGP Qatar, Valentino Rossi: “Mi è mancato il guizzo”

Valentino Rossi (© Getty Images)
Valentino Rossi (© Getty Images)

 

La gara inaugurale del campionato 2016 della MotoGP si chiude con l’amaro in bocca per Valentino Rossi. Il centauro della Yamaha si aspettava qualcosa di più del quarto posto in classifica: “E’ mancato il guizzo”, dice a caldo ai giornalisti.

 

Work in progress

Quella che si è disputata oggi sul circuito di Losail è stata, come ammette lo stesso Valentino Rossi ai microfoni di Sky “una gara velocissima”. Il Campione di Tavullia è stato sempre attaccato al treno composto da Jorge Lorenzo, Andrea Dovizioso e Marc Marquez (e Andrea Iannone prima della caduta), senza però riuscire a sorpassare i rivali. Forse la scelta di montare una gomma posteriore dura (come ha fatto anche il Fenomeno di Cervera) l’ha un po0 penalizzato visto il ritmo tenuto dai primi due classificati che, invece, avevano la morbida.

“Lì davanti sono andati forte – ha rimarcato il Pesarese, evidentemente consapevole che il percorso verso il decimo titolo iridato non sarà affatto semplice – . E’ successo che sono stato veloce, ho cercato di stare vicino, ma non ho mai avuto il guizzo, non ho mai avuto la forza necessaria per andare a duellare”.

A pesare sulla performance sono state, almeno in parte, anche le novità introdotte nella stagione 2016 dai vertici della disciplina. “La scelta della gomma probabilmente è stata importante: sembra che la morbida andasse più forte stasera, io in accelerazione facevo più fatica – ha precisato il Dottore – . Ma siamo lì, ci adattiamo, siamo nella mischia”.

Resta il rimpianto per una partenza che poteva certo essere più brillante. “Mi dispiace di non essere riuscito a provarci, non c’era nessun punto della pista dov’ero più veloce di quello che mi precedeva – ha concluso Valentino – . Ci ho provato, sono stato più costante, forse con la morbida potevo essere più veloce, ma non è detto”. Una prima risposta a questo dubbio arriverà già nel secondo round del Motomondiale in Argentina.