MotoGP Qatar, Andrea Iannone: “Potevo conquistare la pole position”

Andrea Iannone GP Qatar 2016
Andrea Iannone (©Getty Images)

Buon inizio di Mondiale per il Ducati team che vede Andrea Iannone e Andrea Dovizioso partire dalla seconda fila dopo aver conquistato rispettivamente il 4° e il 6° posto nelle qualifiche del GP del Qatar 2016.

La Rossa di Borgo Panigale sembra confermare i buoni propositi intravisti l’anno scorso e voler tentare l’assalto al gradino più alto del podio, obiettivo mancato nella scorsa stagione, spesso per un soffio.

Andrea Iannone al momento sembra il pilota Ducati più in forma, in grado di dare più fastidio ai big Honda e Yamaha. Il pilota abruzzese ha chiuso le qualifiche in 1’54″693, segnando il suo miglior crono all’ultimo giro della seconda uscita, ma avrebbe potuto fare ancora meglio qualora non avesse incontrato traffico in pista a poche curve dal traguardo.

“E’ stata una qualifica molto positiva, ma sfortunatamente ho trovato Redding in traiettoria durante l’ultimo giro e mi ha rallentato proprio quando stavo migliorando – ha raccontato Andrea Iannone -. Potevo portare a casa una bella pole position, ma alla fine sono cose che possono succedere. Sono comunque molto contento per quello che abbiamo fatto durante il weekend e per il lavoro che stiamo portando avanti perché siamo stati sempre molto veloci e costantemente nelle posizioni di testa… Certo sarebbe stato meglio partire dalla prima fila, ma in ogni caso domani cercheremo di recuperare subito, sin dai primi giri”.

Sesta piazza in griglia di partenza per Andrea Dovizioso che migliora progressivamente il feeling con le nuove gomme Michelin e la centralina unica: “Sono abbastanza contento della mia posizione, anche se pensavo di poter fare qualcosa di meglio. L’obiettivo era comunque riuscire a partire da una delle prime due file e l’abbiamo centrato, e questo mi rende tranquillo – ha commentato il pilota forlivese della Ducati -. Purtroppo oggi il mio feeling, soprattutto durante la qualifica, non era lo stesso di ieri per cui non sono riuscito a spingere come avrei voluto… Adesso dovremo decidere quale gomma posteriore usare in gara, ma siamo comunque veloci e abbiamo il passo, e quindi ce la possiamo giocare”.